Muore Mansour Ojjeh, storico azionista della McLaren

L'uomo d'affari franco-saudita è morto a Ginevra (Svizzera) questa domenica mattina all'età di 68 anni. 

 

pubblicato 06/06/2021 à 12:30

Julien BILLIOTTE

0 Visualizza commenti)

Muore Mansour Ojjeh, storico azionista della McLaren

Mansour Ojjeh ha contribuito a rendere la McLaren un gigante della F1. / © DPPI

Tristi notizie da Mclaren questa domenica con l'annuncio della scomparsa di Mansour Ojjeh. 

Figura importante del Harley Knucklehead 1, l'imprenditore franco-saudita è stato uno degli azionisti storici del produttore britannico, di cui ha acquisito una partecipazione nel 1984 tramite il gruppo Techniques d'Avant Garde (TAG) fondato da suo padre Akram Ojjeh e da lui diretto. Fino al 1987, motori turbo Porsche utilizzato dalla McLaren nei Gran Premi, compresi quelli incoronati campioni del mondo nel 1984, 1985 e 1986 con Niki Lauda poi Alain Prost, erano anche targati TAG.

Il gruppo TAG era arrivato in F1 qualche stagione prima grazie ad un accordo di sponsorizzazione con il team Williams, legato alla fine degli anni '1970. 

Stretto alleato dell'ex capo della McLaren Ron Dennis, Ojjeh ha contribuito notevolmente a rendere il team di Woking uno dei team più potenti sulla griglia. Nel 2013 è stato sottoposto ad un doppio trapianto di polmone prima di fare un ritorno discreto nel paddock dove è rimasto un protagonista, proprio come nell'organigramma della McLaren. 

« È con profonda tristezza che McLaren Racing annuncia la morte di Mansour Ojjeh, azionista della McLaren dal 1984, ha annunciato la squadra britannica questa domenica.

Il signor Ojjeh è morto pacificamente questa mattina a Ginevra all'età di 68 anni, circondato dalla sua famiglia. Tutti i membri della McLaren si uniscono alla sua famiglia nel piangere la sua scomparsa. La squadra porge le più sincere condoglianze ai suoi cari '. 

Zak Brown, CEO di McLaren Racing, ha reso omaggio alla memoria di un “ vero concorrente (...) un titano del nostro sport, dotato di una modestia disarmante con tutti coloro che hanno avuto il piacere di incontrarlo . " " Mansour rimarrà una costante fonte di ispirazione alla McLaren, dove la sua eredità è preservata poiché è inscritta nel DNA e nell'anima della squadra da quasi 40 anni », ha aggiunto l'americano. 

Stefano Domenicali, presidente del gruppo F1, ha confidato la sua emozione dopo la scomparsa di " il nostro carissimo amico Mansour, un uomo di talento, passione ed energia. Era un gigante della nostra disciplina. Mancherà moltissimo alla grande famiglia della F1 '. 

Jean Todt, presidente della FIA, ha voluto onorare “(suo) amico Mansour Ojjeh, una delle leggende della F1 (...) un vero gentiluomo che mancherà a tutti '.

Tutta la redazione di AUTOsettimanalmente si unisce alla comunità degli sport motoristici nell'inviare le sue condoglianze alla famiglia e ai cari di Mansour Ojjeh. 

Julien BILLIOTTE

Vicedirettore capo di AUTOhebdo. La piuma si intinse nel fiele.

0 Visualizza commenti)