Aston Martin

Ricerche associate

Piloti della sua generazione

Elenchi di tracce

Aston Martin

1. L'Aston Martin F1 Team in breve

L'Aston Martin F1 Team è una squadra britannica, impegnata nella Formula 1 tra il 1959 e il 1960, e tornata in griglia dal 2021. La squadra britannica è tornata alla disciplina sotto la guida di Lawrence Stroll, già proprietario con il nome di Racing Point, che ha poi acquisito quote del marchio alato fino a diventarne l'amministratore esecutivo.

Dal 2021 Sebastian Vettel e Lance Stroll sono i piloti ufficiali, mentre Mike Krack è arrivato nel 2022 nel ruolo di direttore del team. La squadra ha offerto i servizi di Fernando Alonso per il 2023.

Lance Stroll e Sebastian Vettel al GP di Miami / © Florent Gooden / DPPI

2. La storia dell'Aston Martin F1 Team

Nonostante sia recentemente arrivata in Formula 1 sotto il controllo e la gestione di Lawrence Stroll, l'Aston Martin ha vissuto altre due stagioni nella massima categoria degli sport motoristici. Entrò per la prima volta nel 1959, parallelamente alla sua partecipazione a gare di resistenza e alla 24 Ore di Le Mans.

L'Aston Martin DBR4, la prima monoposto del team in F1 / © DPPI

Tuttavia, è a causa dell'impegno nei confronti della Sarthe che la produzione della loro prima monoposto, la DBR4, viene ritardata e non consente a Roy Salvadori e Carroll Shelby, i due piloti della squadra, di poter ricoprire i primi ruoli. . Durante la stagione, gli inglesi gareggiarono solo in quattro Gran Premi, non riuscendo per un pelo a segnare i primi punti nella disciplina.

L'anno successivo, nel 1960, l'Aston Martin si assicurò i servizi di un pilota francese, Maurice Trintignant, già vincitore in F1 con il team italiano Ferrari. Ma la scelta degli ingegneri di mantenere il motore, anch'esso molto pesante, all'anteriore della vettura, penalizza l'Aston Martin. Si ritrovò rapidamente superato dalle squadre con motore posteriore, fallendo ancora una volta nella sua ricerca di punti. Di fronte a questo amaro fallimento, l'Aston Martin lasciò la Formula 1 per concentrarsi sulle auto sportive.

Lawrence Stroll circondato da Mohammed Ben Sulayem, presidente della FIA, e Stefano Domenicali, boss della F1 a Liberty Media © Antonin Vincent / DPPI

Mentre l'acquisizione della Force India da parte di Lawrence Stroll è effettiva nel 2019, il multimiliardario canadese investe nella marca automobilistica britannica Aston Martin, riacquistando il 16,7% delle azioni, per un importo totale di 182 milioni di sterline. Decide di rinominare la sua squadra dalla stagione 2021, Aston Martin.

Al suo arrivo, Stroll si è assicurato i servizi di Sebastian Vettel, lasciato libero dalla Ferrari. Il canadese ovviamente lo associa al figlio Lance Stroll, mentre a Sergio Perez, presente in squadra da tanti anni, viene chiesto di trovare una via d'uscita.

Il cambio di nome non incide molto sui risultati della squadra, che resta relegata a metà classifica. Un netto miglioramento si è tuttavia verificato durante il Gran Premio d'Ungheria, quando Sebastian Vettel ha approfittato di un incidente all'inizio della gara per prendere il volante di Esteban Ocon e tagliare il traguardo in seconda posizione. Ovviamente il miglior risultato dell'Aston Martin in questa fase, ma il tedesco alla fine verrà declassato per non aver lasciato abbastanza carburante nella sua vettura. Prima di ciò, era riuscito a finire 2° a Baku.

Vettel è riuscito a portare l'Aston Martin sul podio al GP dell'Azerbaigian 2021 / © Antonin Vincent / DPPI

Lance Stroll firmerà la sua migliore prestazione con la squadra nel Gran Premio del Qatar con un sesto posto, ma l'Aston Martin chiude il campionato in settima posizione, ben lontana dagli obiettivi iniziali.

Nella bassa stagione, la squadra britannica ha visto il suo direttore, Otmar Szafnauer, in carica dal 2009, partire per Alpine. Per sostituirlo venne scelto Mike Krack, che aveva già sperimentato la Formula 1 con la BMW. Si tratta però di una stagione ancora più deludente per la squadra che sta emergendo, regolarmente retrocessa in fondo allo schieramento.

Durante la pausa estiva Sebastian Vettel ha annunciato il suo ritiro, dopo quindici anni ai massimi livelli. Con sorpresa di tutti, al suo posto è stato chiamato Fernando Alonso, che ha firmato un contratto biennale con l'Aston Martin.

Fernando Alonso supporterà Lance Stroll all'Aston Martin dalla stagione 2023. / © Xavi Bonilla / DPPI

3. I piloti ufficiali dell'Aston Martin F1 Team

Nel 2022 i piloti ufficiali dell'Aston Martin sono Lance Stroll, che ha un contratto pluriennale con il team britannico, e Sebastien Vettel, che ha appena annunciato il suo ritiro a fine stagione. Sarà sostituito nel 2023 da un altro pluricampione del mondo, Fernando Alonso, che ha firmato un contratto biennale. Nico Hülkenberg occupa il ruolo di riserva e sarà accompagnato l'anno prossimo da Felipe Drugovich, campione FIA ​​Formula 2 2022.

Lance Stroll e Sebastian Vettel fanno causa comune all'Aston Martin dal 2021. / © Florent Gooden / DPPI

4. L'opinione di Autohebdo sull'Aston Martin F1 Team

Nonostante il suo ritorno alla disciplina in pompa magna nel 2021, l’Aston Martin resta agli occhi del grande pubblico una squadra di metà classifica, o anche peggio quest’anno. La squadra britannica si è comunque distinta per la capacità di sviluppare monoposto con inquietanti somiglianze con i top team dello schieramento, come dimostra l'evoluzione dell'AMR22 prima del Gran Premio di Spagna del 2022, che assomigliava molto alla Red Bull in termini di fiancate.

L'Aston Martin ha comunque segnato un grosso traguardo attirando Fernando Alonso nella sua rete per il 2023, e il futuro sembra promettere risultati migliori, soprattutto con l'arrivo della sua nuova galleria del vento, prevista per il 2024. Stroll si ripete nel vuole diventare campione del mondo entro il 2025... Continua.