Pierre Gasly

1. Chi è Pierre Gasly?

Pierre Gasly è un pilota francese di Formula 1 nato il 7 febbraio 1996 a Rouen (Francia). Vincitore del Gran Premio d'Italia 2020, il francese è diventato il primo francese a vincere nella disciplina dopo Olivier Panis a Monaco nel 1996. Il normanno corre attualmente per Alpine dopo aver trascorso quasi 10 anni nell'ovile della Red Bull.

Ritratto di Pierre Gasly

Pierre Gasly durante la foto di fine anno dell'AlphaTauri © Florent Gooden / DPPI

2. La carriera junior di Pierre Gasly

Abituato a vedere i suoi fratelli correre fin dall'età di due anni, Pierre Gasly ha ottenuto il suo primo mini-kart di seconda mano all'età di otto anni e ha iniziato a correre sui kart sul circuito Lucien Lebret di Anneville-Ambourville. Terzo alla sua seconda gara, ad Aunay-les-Bois, ha poi preso parte alla sua prima competizione di alto livello con la Coppa di Francia di minikart a Magny-Cours. Nel 2006, quando ha ottenuto la licenza per l'ASK Rouen 76, è diventato campione della Normandia nella categoria junior e ha ottenuto anche il quarto posto nella Bridgestone Cup, una delle principali competizioni di kart in Francia.

L'anno successivo, disputato all'ASK Rosny 93, vinse il Trofeo Normandia junior e si classificò sesto ai campionati francesi, sempre junior. Nel 2008, tra i cadetti, vince la Coppa Bridgestone e ancora il Trofeo Normandia. Con queste prestazioni notevoli, è stato rilevato dalla Federazione francese degli sport motoristici. Integrato nel Programma 10-15 e nell'Auto Sport Academy, ha concluso al terzo posto il campionato francese e la Coppa del Mondo nel 2009. Poi, nel 2010, è stato incoronato campione di Francia, vicecampione d'Europa quando è stato promosso alla squadra francese di kart. È arrivato terzo anche nella Junior Monaco Kart Cup e quarto nella Coppa del Mondo.

Passa alle monoposto nel 2011 e, pur essendo il pilota più giovane della categoria, conquista il terzo posto nel campionato francese di F4 vinto da Matthieu Vaxiviere. Il normanno raccoglie anche quattro vittorie e due pole position. Questa volta è la Red Bull ad individuare il giovane francese e a offrirgli un contratto di “opzione”. In Europa Formula Renault 2.0, pur essendo ancora una volta il più giovane del campionato, ha concluso al secondo posto nella classifica generale. La sua precocità si conferma nel 2013 nel team Tech 1 Racing diventando il pilota più giovane a vincere il titolo in questa disciplina. Schierato nel Red Bull Junior Team con Carlos Sainz e Alex Lynn come compagni di squadra per il 2014, Gasly è vice-campione e miglior esordiente nella Formula Renault 3.5 Series. Lo stesso anno, ha fatto il suo debutto nella serie GP2 con l'EQ8 Catheram Racing, ma non ha segnato alcun punto.

Pierre Gasly Campione GP2

Pierre Gasly sulla vittoria in Gran Bretagna durante la sua stagione in GP2 ©Sebastian Roozendaal /DPPI

Alla DAMS nel 2015 conquista quattro podi nella GP2 Series e la Red Bull gli offre due giorni di test in Formula 1, la prima con la Toro Rosso e la seconda con la squadra madre. È diventato pilota di riserva per la squadra austriaca al Gran Premio di Singapore. Il 2016 è la stagione della consacrazione per il Normanno nella GP2 Series. Alla guida di una monoposto del team Prema Powerteam, vinse il campionato dopo un'intensa lotta contro Antonio Giovinazzi. Per il francese, però, le porte della Formula 1 non si sono aperte. Quest'ultimo decide poi di andare in esilio in Giappone, in Super Formula. Con due vittorie nel campionato giapponese, Gasly può rivendicare il titolo presentandosi all'ultimo round a Suzuka. Tuttavia un tifone ha avuto la meglio sulla gara e l'incoronazione è andata al giapponese Hiraoki Ishiura per mezzo punto. Lavora temporaneamente anche in Formula E durante l'ePrix di New York, in sostituzione di Sébastien Buemi.

3. Il viaggio del Gran Premio (F1) di Pierre Gasly

In difficoltà dopo la retrocessione alla Toro Rosso a favore di Max Verstappen, Daniil Kvyat è stato sostituito nella squadra italiana da Pierre Gasly nel settembre 2017 per i Gran Premi di Malesia e Giappone. Il 25 ottobre il francese è stato annunciato come titolare fino alla fine della stagione. Al termine di questo esercizio, la Toro Rosso annuncia l'ingaggio di Norman per la stagione 2018 insieme al neozelandese Brendon Hartley. Il suo inizio di stagione è stato segnato da un notevole quarto posto in Bahrein, ottenendo i suoi primi punti appena al suo settimo Gran Premio di Formula 1. Le sue prestazioni complessive gli hanno offerto un posto alla Red Bull dal 2019, dopo solo un'intera stagione nella disciplina, lui che sogna di diventare campione del mondo. La sua prima metà di stagione è stata giudicata insoddisfacente dallo staff austriaco e, nel bel mezzo della pausa estiva, Gasly è stato retrocesso alla Toro Rosso in favore del tailandese Alex Albon. Al Gran Premio del Belgio fu segnato dall'incidente mortale del suo amico Anthoine Hubert in Formula 2.

Pierre Gasly Red Bull Racing

Pierre Gasly durante il Gran Premio di Germania nel 2019 con la Red Bull © Jean Michel Le Meur / DPPI

Pierre Gasly si è ripreso alla fine della stagione ottenendo un podio inaspettato in Brasile. Sesto, ha approfittato dello scontro tra le due Ferrari e di quello tra Lewis Hamilton e Albon per finire al secondo posto, diventando, a 23 anni e 9 mesi, il più giovane francese a salire sul podio di Formula 1. Sempre nel team italiano in Nel 2020, ribattezzato AlphaTauri, Gasly ha un impatto ancora maggiore. Al Gran Premio d'Italia, gara nazionale della sua squadra e dove aveva ottenuto il suo unico successo nel 2008 con Sebastian Vettel, la rouennese ha vinto la prima gara della sua carriera e la seconda nella storia della sua squadra. Con questa vittoria ottenuta davanti a Carlos Sainz e Lance Stroll, Gasly ha posto fine a 24 anni di siccità per il motorsport francese in Formula 1. È con questo nuovo status, quello di vincitore del Gran Premio, che il francese ha iniziato la stagione 2021.

Pierre Gasly Alpha Tauri

Pierre Gasly, vittorioso al Gran Premio di Monza nel 2020 con AlphaTauri © Florent Gooden / DPPI

Associato al debuttante Yuki Tsunoda, Pierre Gasly confermerà tutto il suo potenziale nel 2021 diventando il vero capo della squadra italiana. Questa volta nessuna vittoria per Pierre Gasly, ma una costanza esasperante al volante di una vettura che riesce a migliorare quasi ogni fine settimana. Per la prima volta nella sua carriera, ha raggiunto la soglia dei 100 punti e si è costruito la reputazione di scommessa sicura sulla griglia di partenza. Autore del podio a Baku davanti all'amico Charles Leclerc, ha segnato il 77% dei punti AlphaTauri nel 2021. Normand Pierre Gasly ha impressionato soprattutto entrando nella Top 6 sedici volte in qualifica in ventidue gare, e non è andato lontano dal battere Alpine da solo nella lotta per il quarto posto nella classifica Costruttori. Se sperava di ottenere il posto di Sergio Perez alla Red Bull nel 2022 e avere così una seconda possibilità nella Squadra A, il normanno alla fine ha dovuto lasciare l'Alphatauri.

Nel 2023 si è unito Alpine e si è riunito con il suo vecchio rivale di kart Esteban Ocon.

4. L'opinione di AUTOhebdo su Pierre Gasly

Pierre Gasly ha dimostrato di non essere più solo un pilota agli esordi della Formula 1, ma una scommessa sicura, da piazzare di fatto nella top 6 o 7 dei migliori piloti in griglia. Promettente fin dalla sua prima stagione alla Toro Rosso, il francese è stato promosso alla Red Bull dopo appena un anno intero nella disciplina. Sicuramente probabilmente era troppo presto per il normanno, soffocato dalla pressione di uno staff austriaco ossessionato da Max Verstappen. La paura di vedere crollare Pierre Gasly è apparsa quando è stato licenziato manu militari nella stalla sorella. Non è stato così perché il Rouennais ha dimostrato di che pasta era fatto, assicurandosi il suo primo podio e la sua prima vittoria in F1 con un team a metà griglia, nella migliore delle ipotesi. Le sue prestazioni sempre più costanti nel piccolo team emergente stanno iniziando ad attirare l'attenzione delle squadre di alto rango, e se la Red Bull non gli desse una seconda possibilità, sarebbe sorprendente se non trovasse un opportunità altrove.

I momenti salienti della carriera di Pierre Gasly

F1 - GRAN PREMIO DELLA MALESIA 2017

Pierre Gasly ha iniziato la sua carriera in Formula 1 con la Toro Rosso nel GP della Malesia 2017 (© Florent Gooden / DPPI)

00119006_221

Nel 2019, Pierre Gasly viene promosso alla Red Bull insieme a Max Verstappen... (© DPPI)

F1 - GRAN PREMIO DEGLI USA - 2019

...prima di essere retrocesso alla Toro Rosso a metà stagione 2019 (© Antonin Vincent / DPPI)

F1 - GRAN PREMIO DEL BRASILE - 2019

Al GP del Brasile 2019, Pierre Gasly ottiene il suo primo podio in F1 con un secondo posto al volante di una modesta Toro Rosso (© Antonin Vincent / DPPI)

F1 - GRAN PREMIO D'ITALIA 2020 - PARTE 2

Il 6 settembre 2020, Pierre Gasly ha vinto il suo primo Gran Premio di Formula 1 a Monza, in Italia (© DPPI)

Parlano di lui

Pierre Gasly
Pierre Gasly
Paese Flag_of_France.svg
Ecurie Alpine
Âge 07 febbraio 1996 (28 anni)

Ricerche associate

Esteban Ocon
Esteban Ocon
Paese Flag_of_France.svg
Ecurie Alpine
Matthieu Vaxiviere
Matthieu Vaxiviere
Paese Flag_of_France.svg
Ecurie Alpine
Nicola Lapierre
Nicola Lapierre
Paese Flag_of_France.svg
Ecurie Alpine

Piloti della sua generazione

Esteban Ocon
Esteban Ocon
Paese Flag_of_France.svg
Ecurie Alpine
Charles Leclerc
Charles Leclerc
Paese mc.png
Ecurie Ferrari
Max Verstappen
Max Verstappen
Paese Bandiera_dei_Paesi Bassi
Ecurie Red Bull
Matthieu Vaxiviere
Matthieu Vaxiviere
Paese Flag_of_France.svg
Ecurie Alpine
Carlos Sainz Jr
Carlos Sainz Jr
Paese es.png
Ecurie Ferrari

Elenchi di tracce