Verstappen vincitore di un duello strategico e irrespirabile al Castellet

Sorpreso da Lewis Hamilton alla partenza, il pilota della Red Bull ha approfittato di una strategia insolita per vincere al Var dopo un finale pieno di suspense!

pubblicato 20/06/2021 à 16:55

Julien BILLIOTTE

0 Visualizza commenti)

Verstappen vincitore di un duello strategico e irrespirabile al Castellet

L'olandese ha ceduto per due volte la testa della gara ma alla fine ha comunque vinto. / © DPPI

Chi si aspettava di fare un pisolino davanti al Grand Prix de Franc era favorevole! Perché ci è stata offerta una splendida partita a scacchi tra due squadre al top della loro forma e con strategie diverse. 

Ancora una volta, gli pneumatici sono stati al centro della partita, ma a differenza di Baku (Azerbaigian) di due settimane fa, è stato per ragioni molto più entusiaste. 

Installato in pole position, si sarebbe detto Max Verstappen aveva perso tutto fin dai primi metri di gara quando alla prima frenata ha virato largo e si è lasciato scappare Lewis Hamilton nella tua mente. Mentre pensavamo di assistere ad un GP con una sola sosta, è diventato subito evidente che il degrado delle gomme Pirelli era più marcato del previsto. 

 

Mercedes ha disegnato per primo fermandosi Valtteri Bottas (Mercedes), poi 3°, al 18° giro per montare le Hard in sostituzione delle Medium utilizzate dalla maggior parte dei piloti al via. Red Bull reagisce al giro successivo con Verstappen.

Il pilota della Red Bull non solo è riuscito a mantenere la posizione davanti al finlandese ma ha fatto ancora meglio riconquistando la testa della corsa quando Hamilton si è fermato al 20° giro, per effetto delsottosquadro avendo chiaramente funzionato nel clan austriaco. 

Il trio di testa Verstappen-Hamilton-Bottas si è quindi impegnato in una battaglia all'insegna del caos, mentre il quarto ladro della banda, Sergio Pérez (Red Bull), si è lanciato in quella strategia insolita che apprezza così tanto e ha occupato momentaneamente il comando della gara. 

Dato il marcato degrado delle gomme, la Red Bull ha scommesso nuovamente su Verstappen, riportandosi al comando grazie al pit-stop del compagno di squadra messicano, in uno scenario inverso a quello del Gran Premio di Spagna. A Barcellona è stata la Mercedes a scegliere di fermare Hamilton una seconda volta per permettergli di rientrare come un aereo a fine gara per vincere.

 

Lo stesso ha fatto Verstappen a Castellet ma il GP di Francia non sarebbe dovuto durare molto più dei 53 giri in programma. Dopo aver raggiunto Bottas al giro 44, l'olandese lo ha inghiottito riaccelerando in uscita dalla chicane Mistral.

Verstappen era quindi in testa a 5 secondi da Hamilton. Il leader del motomondiale ha lottato duramente per rimontare il suo grande rivale. 

Tornato allo scarico all'inizio del 52esimo e penultimo giro, ha sferrato un attacco inarrestabile in frenata alla stessa chicane per riprendere ancora una volta il comando della gara e non lasciarlo mai andare. Verstappen e Hamilton sono stati accompagnati sul podio da Pérez, che ha avuto la meglio su Bottas nel finale di gara le cui gomme erano in sofferenza. 

 

Dietro il quartetto principale, Lando Norris ha recuperato bene dopo una brutta partenza dall'8° posto per risalire fino alla 5° posizione. Il pilota McLaren davanti al suo compagno di squadra della McLaren Daniel Ricciardo, autore anche lui di una bella gara dopo la modesta qualifica al 10° posto.

Pierre Gasly resiste per strappare un solido 7° posto per conto diAlfa Tauri, di fronte a Fernando Alonso combattivo e battagliero Alpine

Sebastian Vettel ha fatto funzionare una strategia bizzarra con un interminabile primo stint in Hard per salire in zona punti e raggiungere la nona posizione. Il pilota Aston Martin precede il suo compagno di squadra Lance Stroll, ma è iniziato ultimo della fila. Il canadese viene espulso Carlos Sainz e la Ferrari fuori dalla zona punti al termine di una gara molto difficile per la squadra

Più in basso nella classifica, delusione per Esteban Ocon (Alpine). Partito 11° e davanti a Vettel, il francese si è dovuto accontentare di un anonimo 14° posto, alle spalle del Williams di George Russell e gli AlphaTauri di Yuki tsunoda è partito dalla tribuna, mentre lui aveva una strategia simile a quella del quattro volte campione del mondo tedesco. 

Dopo le disgrazie di Baku dove ha visto svanire 26 punti mentre la sua gomma posteriore sinistra è esplosa, Verstappen si è subito ripreso facendo colpo in Francia. L'olandese arriverà sul terreno della Red Bull con un vantaggio salito a 12 punti nel mondiale Piloti, mentre il team austriaco spinge un po' più in là la Mercedes anche nella classifica Costruttori.

 

Julien BILLIOTTE

Vicedirettore capo di AUTOhebdo. La piuma si intinse nel fiele.

0 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione