Rosberg e Vettel reagiscono agli attacchi

Se i piloti devono concentrarsi sul GP del Brasile, Nico Rosberg e Sebastian Vettel hanno espresso la loro emozione in seguito agli attentati che hanno colpito la regione parigina.

pubblicato 15/11/2015 à 13:05

Dupuis

0 Visualizza commenti)

Rosberg e Vettel reagiscono agli attacchi

Mentre questa sera in Brasile si correrà il penultimo Gran Premio della stagione, nel paddock della F1 è segnata dagli attentati che venerdì sera hanno colpito Parigi e lo Stade de France. Se Romain Grosjean è il più colpito dalla sua nazionalità, anche i suoi avversari sono emotivi.

Al termine delle qualifiche, il poleman Nico Rosberg è stato segnato dagli attentati che hanno provocato 129 morti e oltre 250 feriti. “Quello che è successo ieri rende le cose relative, giusto? È una vera tragedia e questa giornata (le qualifiche) non è davvero importante di fronte a ciò. Con i media, Twitter e altri, ci sentiamo davvero vicini anche se siamo lontani. Rende le cose più intense. Tutto questo è davvero molto scioccante. »

suo connazionale Sebastian Vettel ha avuto un pensiero anche per le vittime. “È stato un vero shock. Ero in macchina diretto all'hotel quando ho sentito cosa stava succedendo. Era difficile addormentarsi con quello. Come ha detto Nico, i nostri pensieri vanno alle vittime e alle loro famiglie. Non c'è molto che possiamo fare per aiutare. È tragico. »

Lewis Hamilton d'altro canto, era più riservato. "Non voglio davvero commentare questo.", ha spiegato il campione del mondo in carica. Il pilota Mercedes ha tuttavia reagito sui social indicando: “Prego per tutti coloro che sono colpiti a Parigi. Per favore prega con me. »

0 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione