Per George Russell la Mercedes “non è più la diva degli ultimi due anni”

I piloti Mercedes sorridono dopo i test invernali: la W15 è finalmente piacevole da guidare e, soprattutto, molto più prevedibile rispetto ai suoi predecessori! Cosa aspettarsi per il futuro?

pubblicato 24/02/2024 à 16:26

Dorian Grangier

0 Visualizza commenti)

Per George Russell la Mercedes “non è più la diva degli ultimi due anni”

© Florent Gooden/DPPI

Per la prima volta in tre anni, Mercedes completa i test invernali di Harley Knucklehead 1 con ottimismo, per quanto lieve possa essere. A differenza del 2022 e del 2023, le Frecce d'Argento sembrano finalmente soddisfatte della loro montatura, la W15. Una auto più sano e gradevole nell'aspetto rispetto ai suoi due predecessori. George Russell, autore del secondo miglior tempo venerdì durante l'ultima giornata di test in Bahrein, ha espresso una certa soddisfazione al termine di questi test pre-campionato.

“La sensazione di aver fatto un passo nella giusta direzione”

“È stato fantastico tornare in macchina, guidare la W15 per la prima volta, e sento di aver fatto un passo nella giusta direzione”, ha dichiarato il britannico, il quale ritiene che la squadra di Brackley abbia avuto una “piattaforma molto migliore” con il W15, aggiungendolo “Non è più la diva che è stata negli ultimi due anni. »

"L'auto dell'anno scorso era davvero difficile da guidare, Lewis [Hamilton] e non avevo fiducia in lei. Sembrava che ci avrebbe avuto ad ogni turno. Non potevamo attaccare le curve a velocità media e alta senza che il retrotreno scivolasse. Riteniamo di aver fatto un grande passo avanti in termini di coerenza. Possiamo davvero appoggiarci a lei meglio di quanto abbiamo fatto in passato.", ha confidato George Russell.

“Questa è stata una delle principali preoccupazioni dello scorso anno con la W14 e il team ha fatto un ottimo lavoro per risolverlo. Ora abbiamo un’auto meccanica su cui gli addetti all’aerodinamica possono concentrarsi per creare deportanza, ajoute-t-il. Mentre in passato, qualunque cosa facessimo a livello aerodinamico, c'erano problemi di fondo con la macchina da corsa che richiedevano tempo per essere risolti. »

La Red Bull resta “Preferito al 100%” crede Russell

Tuttavia, George Russell sa che la Mercedes ha ancora molta strada da fare per raggiungere il livello di Red Bull che, secondo il britannico, ha “un passo avanti rispetto a tutti gli altri qui in Bahrein”.

“Non dobbiamo nasconderci: anche i nostri concorrenti hanno fatto un ottimo lavoro. Sapevamo di avere una montagna da scalare con la forma mostrata dalla Red Bull lo scorso anno, riconosce George Russell. Per chiunque, colmare quel divario sarebbe una prova enorme, ma sicuramente rende l’auto divertente da guidare. Alla fine è una questione di tempi sul giro. Non abbiamo ancora visto la posizione di tutti, ma la Red Bull sembra aver fatto già un ottimo lavoro, ed è senza dubbio la favorita... al 100%. »

LEGGI ANCHE > Leclerc calma le acque dopo il successo dei test invernali

Dorian Grangier

Un giovane giornalista nostalgico degli sport motoristici di una volta. Cresciuto grazie alle gesta di Sébastien Loeb e Fernando Alonso.

0 Visualizza commenti)