WEC – Fuji: Porsche strappa la pole position

La Porsche 919 Hybrid numero 17 di Bernhard-Hartley-Webber ha conquistato la pole position per la 6 Ore del Fuji. Lo stesso hanno fatto la Ligier #26, la Ferrari #71 e la Corvette #50 nelle rispettive categorie.

pubblicato 10/10/2015 à 07:26

Dupuis

0 Visualizza commenti)

WEC – Fuji: Porsche strappa la pole position

Per molto tempo abbiamo creduto che un’Audi sarebbe stata in prima fila sulla griglia di partenza. Ma in un rush finale, Marc Lieb è riuscito a risalire al secondo posto. Al termine di una splendida sessione di qualifiche, Porsche sigla la sua decima pole position WEC, grazie alla 919 Hybrid n°17 ​​di Timo Bernhard-Mark Webber-Brendon Hartley. I primi due nominati hanno fatto segnare il tempo medio di 1'22"763. Il vincitore della 6 Ore del Nürburgring e della 6 Ore di Austin ha finalmente battuto la vettura gemella di Romain Dumas-Neel Jani-Marc Lieb di 0 secondi. Quest'ultimo ha quindi staccato negli ultimi istanti, per soli 308, il secondo posto dall'Audi R0 e-tron quattro di Marcel Fässler-André Lotterer-Benoît Tréluyer.

Al quarto posto troviamo la seconda LM P1 a quattro anelli, quella di Lucas di Grassi-Loïc Duval-Oliver Jarvis, che segue a soli 0”5. Il duello tra i costruttori tedeschi si preannuncia magnifico. Toyota, invece, è due secondi dietro ai rivali.

Nella LM P1 privata, i due Rebellion R-One hanno preso il comando della CLM P1/01-AER, la #13 di Kraihamer-Abt-Imperatori davanti alla #12 di Prost-Vanga.

Già molto vivace nelle prove libere, la Ligier JS P2 n. 26 si è confermata in qualifica, soprattutto grazie ad un bravissimo Julien Canal. Le Manceau, che divide il volante con Sam Bird e Roman Rusinov, regala quindi la pole position a G-Drive Racing grazie al tempo medio di 1'31"280. Se a due decimi segue il #28 di Derani-Yacaman-Gonzalez, il terzo posto va al #43 Morgan del Team SARD Morand, sul quale si avvicendano Pierre Ragues, Oliver Webb e Chris Cumming. Da notare che Nick Tandy ha commesso un errore al volante della KCMG Oreca 05 n. 47, alla fine quarto.

Ferrari ha dettato legge in GTE Pro, ma non con l'auto prevista. È stata infatti la 458 Italia n°71 di James Calado e Davide Rigon ad essere la più veloce con il tempo medio di 1'38"295. Il britannico e il suo amico italiano conquistano la prima pole position nel WEC. Segue, a 0»2, la vettura gemella di Bruni-Vilander, e a 0»3 laAston Martin Vantage n°99 di Mücke-MacDowall-Rees. La prima Porsche 911 RSR, la numero 91 di Michael Christensen-Richard Lietz, è quarta a 0”5. Tieni presente che tutte le auto della categoria sono raggruppate nello stesso secondo.

LLa Tree Competition perde la pole nella GTE Am. La C7.R numero 50 del trio Paolo Ruberti-Gianluca Roda-Nicolai Sylvest, in 1'39"901, aveva regalato al team Vigeant la prima pole position dalla 6 Ore del Fuji del 2012, prima di dover cedere la testa della corsa primo posto per la Ferrari #72 SMP Racing.

Domani la partenza della gara sarà alle 4:00, ora francese.

Riepilogo video di qualificazione

0 Visualizza commenti)