Alla scoperta del Rally Raid Portugal, nuovo appuntamento del W2RC

In programma dal 3 al 7 aprile, il Rally Raid del Portogallo costituisce l'unica novità del Campionato Mondiale Rally Raid 2024. Presentazione di questo incontro.

pubblicato 13/03/2024 à 12:52

Medhi Casaurang

0 Visualizza commenti)

Alla scoperta del Rally Raid Portugal, nuovo appuntamento del W2RC

I paesaggi dovrebbero ricordare il Rally dell'Andalusia, disputato fino al 2022. © DPPI / Fred Le Floc'h

Nell'ambito del Campionato del Mondo di rallye-Raid W2RC 2024, questo è l'evento più innovativo. Unico evento europeo dell'anno, il Rally Raid del Portogallo si svolgerà dal 3 al 7 aprile e ricorderà in parte la Dakar africana per eccellenza.

Il Portogallo, infatti, ha ospitato la partenza della Dakar tre volte, tra il 2006 e il 2008, nella capitale Lisbona. Sedici anni dopo, il Rally Raid Portugal continua il collegamento con un percorso impegnativo di oltre 1 km in diverse regioni del paese... ma anche in Spagna, con un'escursione prevista nella regione dell'Estremadura.

« È una corsa difficile da organizzare, ci sono più di 1700 chilometri di percorso, attraverso le regioni portoghesi dell'Alentejo e Ribatejo e le regioni spagnole dell'Estremadura, con tutto ciò che questo comporta, ma con l'esperienza e la qualità del nostro team siamo riusciti a fallo, indica Carlos Barbosa, presidente dell'Automóvel Club de Portugal (organizzatore). Penso che l'ACP organizzerà una grande gara e dimostrerà ancora una volta che siamo ottimi organizzatori. Sarà una gara molto densa, con grandi piloti e soprattutto molto interessante, perché il percorso è completamente diverso da quello che hanno fatto finora. » 

« Siamo molto felici che il campionato del mondo FIA e FIM si fermi in Europa e che il Portogallo sia il nostro ospite, continua David Castera, Direttore di Motor Sports ASO (promotore di W2RC). Il paese è stato pioniere nella creazione di eventi fuoristrada, terra di bajas da diversi decenni. Il know-how nazionale metterà in risalto i grandi campioni dei rally raid europei, storica fucina di concorrenti che rimane ancora oggi fonte di appassionati. Alcuni scopriranno o riscopriranno il mondo della disciplina a poche ore da casa. Per altri sarà l’occasione per mettersi alla prova prima magari di andare oltre unendosi alla carovana del W2RC nei prossimi eventi. Una sosta dalle virtù rigeneratrici. » 

Il Rally Raid Portugal dovrebbe ricordare i tracciati del Rally dell'Andalusia, organizzato nel sud della Spagna tra il 2020 e il 2022. Con sede a Grândola, il bivacco sarà allestito a un'ora e un quarto di macchina a sud-est della capitale Lisbona. È il cuore del Portogallo con la regione di Setúbal che sarà un luogo facilmente accessibile sia per i concorrenti che per gli spettatori. È alle porte del bivacco che avrà luogo il tradizionale prologo.

L'originalità di questa prova, questa galoppo di prova che permette di determinare l'ordine di partenza della prima tappa, è prevista per la mattina. Dal pomeriggio i concorrenti prenderanno il via per la prima tappa, divisa in due parti. Dopo aver percorso il 1% della tappa verso Santiago do Cacém, i concorrenti si prenderanno una pausa. All'inizio della serata, uno sprint finale di 97 chilometri circondato dal pubblico sarà trasmesso in diretta in modo unico in televisione su Sport TV, emittente dei più grandi eventi sportivi del Portogallo. Il prologo, la cerimonia per la scelta dell'ordine di partenza nonché la tappa 3 saranno quindi raggruppati nello stesso giorno.

Altra specificità del Rally Raid Portugal, l'intera giornata della tappa 4 si svolgerà in Spagna. La città di Badajoz, nella regione dell'Estremadura, sarà sotto i riflettori, da lì partiranno le squadre di assistenza in numero limitato per accogliere l'arrivo della tappa 3 prima di tornare a Grândola il giorno successivo. Questo sarà il primo round transfrontaliero del W2RC dal suo avvento.

Per quanto riguarda i partecipanti, il Rally Raid Portugal potrà contare su Nasser Al-Attiyah accompagnato dal suo nuovo copilota francese, Édouard Boulanger. Dovrebbero compiere il viaggio la Toyota Hilux del team belga Overdrive, così come le 4x4 ufficiali della Toyota Gazoo Racing (Seth Quintero, Lucas Moraes).

il programma

  • 18 marzo : chiusura degli impegni
  • 25 marzo : pubblicazione dell'elenco degli iscritti
  • 30-31 marzo : apertura del bivacco
  • 1er Aprile : controlli amministrativi e pre-controlli tecnici
  • Aprile 2 :
    • controlli amministrativi e pre-controlli tecnici
    • briefing generale e fase 1
    • conferenza stampa
    • cerimonia di partenza 
  • Aprile 3 :
    • prologo a Grandola (5 km)
    • cerimonia di selezione dell'ordine di partenza
    • tappa 1 parte 1 (SS: 100 km)
    • tappa 1 parte 2 (SS: 3 km)
  • Aprile 4 : tappa 2 (SS: 220 km)
  • Aprile 5 : tappa 3 (SS: 282 km)
  • Aprile 6 : tappa 4 (SS: 270 km)
    • 7 aprile
    • tappa 5 (SS: 133 km)
    • conferenza stampa finale
    • cerimonia di premiazione

Medhi Casaurang

Appassionato di storia del motorsport in tutte le discipline, ho imparato a leggere grazie ad AUTOhebdo. Almeno questo è quello che dicono a tutti i miei genitori quando vedono il mio nome all'interno!

0 Visualizza commenti)