WEC – Fuji: Porsche risponde ad Audi

Facendo segnare il miglior tempo nella seconda sessione di prove libere della 6 Ore del Fuji, Porsche ha stabilito il tempo di riferimento per questo primo giorno. Ma l’Audi è molto vicina.

pubblicato 09/10/2015 à 10:08

Dupuis

0 Visualizza commenti)

WEC – Fuji: Porsche risponde ad Audi

1'24"460, questo il tempo siglato dal Porsche 919 Hybrid n°17 ​​del trio Timo Bernhard-Brendon Hartley-Mark Webber durante la seconda sessione di prove libere della 6 Ore del Fuji, sesto round del WEC. Questo è il nuovo riferimento di questa prima giornata, questo disco che cancella dagli scaffali il 1'24”497 di André Lotterer poche ore prima. Il duello 100% tedesco tra i falsi fratelli del gruppo VW mantiene quindi tutte le sue promesse.

Durante quest'ultima sessione, l'Audi R18 e-tron quattro n. 7 che André Lotterer condivide con Marcel Fässler e Benoît Tréluyer è arrivata seconda con soli 0 secondi, appena davanti alla seconda 383 Hybrid di Romain Dumas-Neel Jani-Marc Lieb, che è solo 919 »0 dietro la tacca di riferimento. Le due Toyota Le TS040 Hybrid sono a 1”7 e 2”6, il vantaggio va al n°1.

Anche nella LM P1 privata lo scontro si preannuncia interessante da seguire, dato che il CLM P1/01-AER è riuscito a infilarsi tra i due Rebellion R-One.

G-Drive intende, con LM P2, continuare il suo slancio. Vincitrice della 6 Ore di Austin di metà settembre, la Ligier JS P2 numero 26 di Sam Bird-Julien Canal-Roman Rusinov ha completato il suo giro più veloce in 1'32”131. Si tratta di 0 pollici in più rispetto alla KCMG Oreca 8 n. 05, seconda classificata, guidata da Richard Bradley, Nick Tandy e Matt Howson. Ricordiamo che le due vetture sono in lotta nella classifica generale di categoria con la Ligier n°47 di Derani-Gonzalez-Yacaman, terzi nella sessione, a un soffio di distanza.

Ferrari ha preso il comando nella GTE Pro grazie alla 458 Italia n°51 di Gianmaria Bruni-Toni Vilander, a cui va il miglior tempo di 1’39’922. Completano il terzetto di testa la vettura gemella di James Calado-Davide Rigon e laAston Martin n°95 di Nygaard-Sorensen, che precede le due Porsche 911 RSR.

Nella GTE Am, infine, il nuovo riferimento va all'Aston Martin Vantage #96 di Francesco Castellacci-Liam Griffin-Stuart Hall, in 1'40”706. La bellezza britannica ha preceduto la Larbre Compétition Corvette C7.R di Roda-Ruberti-Sylvest, miglior tempo questa mattina, e la Porsche 911 RSR n.77 di Dempsey-Long-Seefried.

Domani alle 2 (ora francese) si svolgerà il terzo turno di prove libere. Le qualifiche inizieranno alle 50:6.

0 Visualizza commenti)