Aston Martin vuole stravolgere le gerarchie nel 2024: “La Red Bull può essere assolutamente battuta”

Il direttore tecnico dell'Aston Martin Dan Fallows sostiene che i campioni in carica non sono imbattibili e spera che sarà la sua squadra a rovesciarli.

pubblicato 12/02/2024 à 12:25

Dorian Grangier

0 Visualizza commenti)

Aston Martin vuole stravolgere le gerarchie nel 2024: “La Red Bull può essere assolutamente battuta”

©Xavi Bonilla/DPPI

In 2023, Aston Martin era stata la grande sorpresa di inizio stagione: dopo i rapidi progressi dell'inverno, la squadra britannica era stata la principale minaccia Red Bull nella prima parte della stagione, senza però riuscire a batterli. Alla fine, dopo una seconda parte di campionato più difficile, i Verdi hanno concluso al quinto posto nel campionato Costruttori.

Se quest'anno l'effetto sorpresa verrà meno se l'Aston Martin si comporta bene nei primi incontri dell'anno, il team con sede a Silverstone (Regno Unito) non resta meno ambizioso per la prossima stagione. A margine della presentazione di AMR24, Dan Fallows ha ricordato che gli occhi sono rimasti concentrati sull'obiettivo Red Bull nel 2024, nonostante l'impressionante dominio della squadra austriaca lo scorso anno.

« Il nostro obiettivo è il team con la macchina più veloce”

“Partiamo dal presupposto che la Red Bull possa assolutamente essere battuta. Questo è ciò che stiamo cercando. Ci concentriamo su di loro ed è quello a cui puntiamo”., dice l'ingegnere britannico, ex pilastro dell'organizzazione Red Bull a Milton Keynes. Una dichiarazione audace quando conosciamo le incredibili statistiche della squadra titolata nel 2023: 21 vittorie in 22 Gran Premi.

“Il nostro obiettivo è la squadra con la macchina più veloce. Dal punto di vista tecnico dobbiamo realizzare una vettura che possa correre su qualsiasi circuito ed essere competitiva. (…) Siamo molto contenti dei progressi fatti durante l’inverno, crediamo di aver fatto un passo avanti rispetto alla vettura dello scorso anno, ed è quello che volevamo” aggiunge Dan Fallows, che ha descritto l’auto come “ grande sviluppo» dell'AMR23.

Fernando Alonso, avvertito dalle parole del suo direttore tecnico, assicura che questo tipo di dichiarazioni ambiziose sono “una buona cosa” per Aston Martin. "Mi ha fatto sorridere!" Dobbiamo essere ottimisti in questa fase della stagionen, crede lo spagnolo. Penso che prima dobbiamo essere regolarmente a punti, lottando per il podio come abbiamo fatto l'anno scorso e poi, se siamo in quella posizione, sarebbe bello ottenere la prima vittoria per l'Aston Martin e spero di restare indietro. la ruota quindi. »

LEGGI ANCHE > Fernando Alonso: “Sono l’unico campione del mondo libero per il 2025”

Dorian Grangier

Un giovane giornalista nostalgico degli sport motoristici di una volta. Cresciuto grazie alle gesta di Sébastien Loeb e Fernando Alonso.

0 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione