Può la Red Bull perdere il Campionato Costruttori con un Sergio Pérez alla deriva?

Secondo Oscar Piastri, le recenti scarse prestazioni di Sergio Pérez “aiutano sicuramente la McLaren nel Campionato Costruttori” contro la Red Bull. Ma due contro uno basteranno per battere i campioni in carica? Rispondi in statistica.

pubblicato 09/07/2024 à 11:47

Dorian Grangier

1 Visualizza commenti)

Può la Red Bull perdere il Campionato Costruttori con un Sergio Pérez alla deriva?

© Florent Gooden/DPPI

Vivremo il campionato più serrato degli ultimi anni... tra i Costruttori? Se Max Verstappen è sulla buona strada per vincere il quarto titolo consecutivo in questa stagione, la suspense è molto maggiore per quanto riguarda le squadre.

Dopo il Gran Premio di Gran Bretagna, Red Bull guida il campionato (373 punti) con 71 unità di vantaggio Ferrari (302 punti), 78 su McLaren (295 punti) e 152 in poi Mercedes (221 punti). Differenze che sembrano significative... ma non dimentichiamo che siamo appena arrivati ​​a metà stagione, e che ogni fine settimana una squadra può totalizzare fino a 44 punti (e fino a 59 durante un weekend Sprint!). In un Gran Premio tutto può essere capovolto…

...e sulla base della dinamica attuale, la Red Bull non è la migliore squadra in campo da un punto di vista contabile. Negli ultimi sei incontri (Emilia-Romagna, Monaco, Canada, Spagna, Austria e Gran Bretagna), la squadra austriaca ha totalizzato 134 punti, meno di McLaren (171 punti) e Mercedes (157 punti) e poco più della Ferrari (115 punti)! Il motivo di un simile downgrade per la Red Bull: la sfortuna di Sergio Pérez, che ha raccolto solo 15 unità in questo stesso periodo (rispetto alle 119 di Max Verstappen…).

Le ripetute scarse prestazioni del messicano offrono ad altre squadre la possibilità di credere in un titolo mondiale in questa stagione. In vista della tappa inglese di Silverstone, Oscar Piastri ha così dichiarato che il punteggio basso di Sergio Pérez “sicuramente aiuta la McLaren nel Campionato Costruttori”, mentre gli Orange attualmente hanno la migliore dinamica sul tabellone. “Era solo Max [Verstappen], davvero. Ogni volta che hai due vetture davanti contro una, si aprono opportunità e questo è sempre positivo per segnare punti. Penso che sia sempre una buona cosa da fare. »

La McLaren fallirebbe proprio dietro la Red Bull ad Abu Dhabi

Ma è giusto che l'australiano mostri tanto ottimismo per il resto del campionato? Il ritardo preso dalla McLaren ad inizio stagione sarà per loro fatale per il Campionato Costruttori? Per rispondere a queste domande abbiamo prodotto una proiezione di fine stagione sulle dinamiche degli ultimi cinque Gran Premi. Ciò include anche la gara Sprint svoltasi in Austria.

Leggendo questo grafico, se la dinamica degli ultimi cinque incontri continuasse allo stesso ritmo, la Red Bull manterrebbe di poco la testa della classifica fino ad Abu Dhabi (640,6 punti) con un leggerissimo vantaggio sulla McLaren (637 punti), mentre la Ferrari ( 532,4 punti) perderebbe anche un posto a favore della Mercedes (535,4 punti) nel campionato Costruttori. Una proiezione fatta con la media punti degli ultimi sei Gran Premi, largamente a favore degli uomini di Woking (28,5 punti/GP da Imola) contro la Red Bull (22,3 punti/GP).

Da notare che dalla tappa italiana, la McLaren ha totalizzato il 58,0% dei punti totali nell'intera stagione (171 punti segnati da Imola su 295 segnati dall'inizio della stagione), rispetto al 35,9% della Red Bull (134/373 ). La Mercedes è la squadra con i progressi più forti, con il 71,0% dei punti realizzati dall'Emilia-Romagna (157/221).

Ovviamente le statistiche e le previsioni sopra fatte non potranno predire con precisione l'esito di questo campionato Costruttori. Approfittiamo innanzitutto del fatto di avere quattro squadre capaci di lottare per la vittoria in ogni Gran Premio, un fatto troppo raro nelle ultime stagioni per non essere apprezzato nel suo vero valore!

(articolo aggiornato il 9 luglio dopo il GP di Gran Bretagna)

LEGGI ANCHE > Alpine, Mercedes, Williams… Sainz nel mezzo di un gioco pazzesco!

Dorian Grangier

Un giovane giornalista nostalgico degli sport motoristici di una volta. Cresciuto grazie alle gesta di Sébastien Loeb e Fernando Alonso.

1 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

1 Commenti)

Yves-Henri RANDIER

05/07/2024 alle 11:44

Fai progetti sulla cometa, perché no! Detto questo, il TexMex riuscirà forse a fare meglio delle sue ultime prestazioni, cosa rara da diversi anni, godiamoci soprattutto di vedere 4 squadre lottare per la vittoria! Viene da chiedersi perché cambiare le regole nel 2026 e poi ancora nel 2030...

1

Scrivi una recensione