La storica officina di Ken Tyrrell salvata da Goodwood

Il Duca di Richmond pagò di tasca propria il trasferimento della fabbrica che costruì la Tyrrell campione del mondo di F1 all'inizio degli anni '1970 con Jackie Stewart.

pubblicato 11/02/2024 à 13:30

Medhi Casaurang

0 Visualizza commenti)

La storica officina di Ken Tyrrell salvata da Goodwood

Il laboratorio di legno di Ken Tyrrell è stato spostato sul circuito di Goodwood. © Facebook / Ian Nicolls

I nostri vicini britannici sono maestri nella conservazione del patrimonio automobilistico, ennesimo episodio. Nel 2022, il vecchio capannone che fungeva da officina per la scuderia Tyrrell negli anni '1960 e '1970 avrebbe dovuto essere demolito per far posto all'ampliamento di un negozio di forniture per feste.

Il proprietario del negozio con sede a Ockham nel Surrey (Inghilterra) era alla disperata ricerca di un potenziale acquirente per il magazzino. Inizialmente la città di Brooklands era interessata, ma il costo di smantellamento e affissione dei pannelli di legno (stimato in £ 100) era proibitivo. Fu allora che un articolo fu pubblicato sulle colonne della rivista inglese Sport motoristici suscitò l'attenzione del duca di Richmond, Charles Gordon-Lennox.

Il Duca è “Mister Goodwood”, colui che da oltre 30 anni organizza il leggendario Festival of Speed ​​nella sua proprietà, e che supervisiona anche il Goodwood Revival sull’omonimo circuito. Dopo aver letto questo articolo, il nobile decise di pagare la cifra necessaria per trasferire la “fabbrica” della Tyrrell sul terreno del circuito di Goodwood.

La ricostruzione della bottega che vide protagonisti gli eroi del F1 come Jackie Stewart, François Cevert, Patrick Depailler e altri Ronnie Peterson è praticamente finito. L'inaugurazione dovrebbe avvenire a margine dell'Assemblea dei Soci, il 13 e 14 aprile 2024.

LEGGI ANCHE > 50 anni fa, François Cevert perdeva la vita a Watkins Glen

Medhi Casaurang

Appassionato di storia del motorsport in tutte le discipline, ho imparato a leggere grazie ad AUTOhebdo. Almeno questo è quello che dicono a tutti i miei genitori quando vedono il mio nome all'interno!

0 Visualizza commenti)