Portogallo: Solans guida il WRC2, ma Rossel può credere nella vittoria

Particolarmente movimentata, la categoria WRC2 ha riservato ancora sorprese e colpi di scena. Gli incidenti di Oliver Solberg e Fergus Greensmith associati alla foratura di Yohan Rossel hanno offerto una classifica originale dalla quale il francese può ancora uscire vittorioso.

pubblicato 11/05/2024 à 20:36

Loïc ROCCI

0 Visualizza commenti)

Portogallo: Solans guida il WRC2, ma Rossel può credere nella vittoria

11”6 separano Yohan Rossel da un'altra vittoria in Portogallo nel WRC2 (Foto: Nikos Katikis/DPPI)

Il primo passo di rallye del Portogallo è stato molto vivace nel campionato WRC2. I maggiori perdenti sono stati Pierre-Louis Loubet, Teemu Suninen e Sami Pajari. Con le posizioni ancora molto serrate tra i protagonisti, ci si doveva aspettare un sabato altrettanto ricco di eventi, soprattutto perché l'evento si preannunciava selettivo con 9 prove speciali e 145 km cronometrati. Il corso degli eventi non ha deluso.

Due dei principali favoriti per il titolo hanno perso molto oggi. Distratto dalla presenza di Kalle Rovanperä sul ciglio della strada (dove aveva parcheggiato la sua Yaris contro un albero...) Oliver Solberg non ha ascoltato una nota e lui stesso ha commesso un errore (SS11). Dopo qualche rollio, la sua Skoda si fermò e lei non andò oltre. Pur dominando il WRC2, lo svedese ha perso l'opportunità di ottenere il punteggio massimo. Nella sezione successiva, Fergus Greensmith, che aveva appena ereditato il comando, è stato sorpreso in una svolta a destra (SS14). Salendo su un terrapieno, l'inglese si ritrovò bloccato e non ebbe altra scelta che ritirarsi. Il pilota della Skoda ha perso anche una grande occasione per raccogliere i 25 punti che gli avrebbero permesso di tornare sul podio del campionato. Unita ai danni di ieri, la scomparsa delle due Fabia RS ha offerto uno scontro ancora più aperto.

Leader dopo l'abbandono di Solberg, Yohan Rossel non ha potuto beneficiare a lungo della sua posizione. Costretto a fermarsi nella PS12 per sostituire una ruota forata, il francese è stato retrocesso a 4e. Riprendendo l'attacco nel pomeriggio, Yohan e Arnaud Dunand il suo copilota sono riusciti a recuperare parte del ritardo, ma le gomme morbide nell'interminabile Amarante (SS16 – 37,24 km) non hanno permesso loro di recuperare tanto tempo quanto avrebbero voluto. Conservano ancora tutte le loro possibilità di vittoria durante la fase finale. Per fare questo dovranno superare Jan Solans, il leader, e Josh McErlean, che è al 2° posto.e posizione.

Attualmente raggruppati in 11''6, i tre equipaggi domenica avranno davanti a sé 4 prove speciali e 62,18 km cronometrati per decidere tra loro.

Classifica WRC2 al termine della 2a tappa

Loïc ROCCI

Giornalista specializzato in manifestazioni passate, presenti e future... e con accento del sud

0 Visualizza commenti)