Portogallo 2024: Raoux vincitore nella Masters Cup, Toyota Yaris vince tutte le categorie

Al termine della sua prima gara al volante della Toyota Yaris Rally2, Jean-Michel Raoux ha vinto la Masters Cup. Guidato dalla sempre sorridente Isabelle Galmiche, il pilota del Vaucluse inizia bene un programma che lo porterà presto in Sardegna.

pubblicato 15/05/2024 à 09:39

Loïc ROCCI

0 Visualizza commenti)

Portogallo 2024: Raoux vincitore nella Masters Cup, Toyota Yaris vince tutte le categorie

Jean-Michel Raoux e Isabelle Galmiche si sono divertiti in Portogallo con la Toyota Yaris Rally2 (Photp! Paulo Maria/DPPI)

Per avere la possibilità di vincere in Portogallo, dovevi partecipare Toyota. Una Yaris ha trionfato in tutti i campionati in cui è stata presente. In cima alla classifica, Sebastien Ogier e Vincent Landais sono stati intransigenti nel Rally1. Con 7 trofei conquistati WRC, il marchio giapponese detiene ora il record di vittorie in Portogallo. Nella categoria inferiore, Jan Solans ha regalato alla Yaris Rally2 il suo primo vero successo a questo livello. Lo spagnolo ha sicuramente potuto trarre vantaggio dai numerosi ritiri avvenuti nel WRC2, ma ha anche battuto Josh McErlean (Fabia RS) nel duello di domenica. In ambito WRC2 si è messa in luce anche la Yaris con il tandem Jean-Michel Raoux e Isabelle Galmiche.

All'origine della creazione del team ERace che ha corso in particolare con Bryan Bouffier a Monte-Carlo, Raoux è stato uno dei primi a ricevere una Toyota Yaris Rally2. La squadra ora ne ha due (prima di un terzo presto) e Jean-Michel ha deciso di gareggiare in qualche rally al volante. Scoprendo l'ultima Rally3 apparsa sul mercato, ha gradualmente lasciato il segno. “ è un'auto molto salutare da guidare., ha spiegato in Portogallo. Ha un telaio eccellente. Ciò che cambia enormemente è l'ambiente sonoro perché è molto rumoroso, vibra tantissimo. Il regime del motore è diverso e ho dovuto adattarmi al cambio di marcia. A volte ero troppo in alto, a volte troppo in basso... ma è molto efficace. È un giocattolo. »

Vincendo la Masters Cup Jean-Michel Raoux (in bianco a destra) si è ritrovato ben circondato sul podio finale con Jan Solans, Jari-Matti Latvala e Armindo Araujo (Foto: Nikos Katikis/DPPI)

Anche se non vuole rivelare troppo sui piani che attendono le sue due vetture, appare chiaro che la richiesta esiste e che la squadra vivrà altre avventure, in particolare nei campionati del mondo. “ Non dirò che allontaniamo i concorrenti, spiega Raoux, ma non essendo una struttura di grandi dimensioni, non siamo in grado di far circolare due auto in luoghi diversi. Questo è ottenibile nel campionato della Repubblica Ceca dove siamo presenti o nel WRC come qui dove ci siamo occupati anche della monta di Lewis Bates. »

Dopo aver dominato tutta la categoria Masters Cup rallye, Jean-Michel Raoux ha vinto domenica. “ Siamo felici per la squadra, sorrise all'arrivo. Ci siamo divertiti stando attenti. La nostra prossima partecipazione sarà in Sardegna (30 maggio-2 giugno) dove le avversità saranno senza dubbio maggiori. » Ad Alghero vengono infatti annunciati dieci concorrenti tra cui l'italiano Mauro Miele, campione del mondo 2022. A seconda del noleggio delle sue vetture, Raoux prevede poi di correre in Polonia (26-30 giugno) con probabilmente 2 vetture al via.

Loïc ROCCI

Giornalista specializzato in manifestazioni passate, presenti e future... e con accento del sud

0 Visualizza commenti)