Martins Sesks scoprirà la Ford Puma Rally1

Sotto la guida dell'organizzatore del WRC in associazione con M-Sport, Martins Sesks prenderà parte a due gare mondiali al volante di una Puma. Per dargli il tempo di acclimatarsi, partirà senza l'unità ibrida.

pubblicato 22/04/2024 à 11:01

Loïc ROCCI

0 Visualizza commenti)

Martins Sesks scoprirà la Ford Puma Rally1

Martins Sesks avrà una doppia opportunità per dimostrare le sue qualità nel WRC (Foto: Gregory Lenormand/DPPI)

Nelle prossime settimane una piccola ventata di aria fresca soffierà nella categoria regina. Sotto la guida del promotore di WRC e tanta tanta M-Sport, verrà organizzata un'operazione attorno a Martins Sesks. Il 24enne lettone che attualmente gioca in ERC con Toyota Yaris Rally2 avrà l'opportunità di competere in due round del calendario mondiale. Sarà presente prima in Polonia (27-30 giugno), poi in patria per il primo ingresso del suo Paese nel WRC (18-21 luglio).

Per non “bruciarlo” subito regalandogli un Rally1 mostruoso al volante del quale probabilmente non avrà fatto molti test, si è deciso che sarebbe partito con una Puma senza ibrida. Oltre ad osservare le prestazioni di questa promettente promessa che vanta già diversi titoli Junior (ERC3 2018, ERC Junior U27 2018, Lettonia Junior 2018, ecc.), sarà interessante vedere come si comporterà questa macchina, che potrebbe rappresentare il futuro del disciplina se la FIA sostiene questa idea (2025 e 2026).

Dopo questa prima esperienza, l'uomo che ha già vinto tre volte nell'ERC, di cui 2 l'anno scorso in Polonia e Lettonia (!), salirà di livello questa volta con la stessa Puma diAdrian Fourmaux o Grégoire Munster. La sua conoscenza del campo sarà una risorsa e un parametro in meno da scoprire per i suoi 2e apparizione.

« Abbiamo identificato la necessità di investire più risorse nel supportare la prossima generazione di potenziali campioni del mondo WRC e aiutarli a compiere il difficile passaggio dalle categorie di supporto al livello più alto del nostro sport., afferma entusiasta Peter Thul, direttore sportivo senior del WRC Promoter. Le prestazioni di Martins nelle ultime due stagioni dell’ERC lo hanno reso un degno beneficiario di questo supporto. Ha mostrato il suo spirito vincente in Lettonia e Polonia e crediamo che col tempo diventerà un titolare del WRC. »

"Sono molto felice di lavorare a questo progetto con Martins e il promotore del WRC, approfittando dei nuovi regolamenti per il 2024 che ci consentono di correre sulle vetture Rally1 senza l'unità ibrida", ha affermato Richard Millener, team manager di M-Sport.

« Sono sinceramente grato perché è un sogno diventato realtà collaborare con il team M-Sport e con il promotore del WRC., ha reagito Martins Sesks. È un'occasione straordinaria e ammetto che ci ho dovuto pensare due volte per credere che presto potremo gareggiare al fianco dei migliori piloti del mondo su un Rally1. »

Questa notevole prima azione da parte del promotore segna la volontà di provare a far crescere la categoria Rally1. A breve sono attesi altri annunci.

Loïc ROCCI

Giornalista specializzato in manifestazioni passate, presenti e future... e con accento del sud

0 Visualizza commenti)