Antibes: Camilli capo

Senza compromessi, con cinque graffi su sei possibili in questa prima giornata, Eric Camilli è il solido leader di questa 59esima edizione.

pubblicato 10/05/2024 à 19:11

Emanuele Naud

0 Visualizza commenti)

Antibes: Camilli capo

Foto Bastien Roux/DPPI

Lasciato con il numero 6 sulle porte della sua Hyundai, Eric Camilli (i20 N Rally2-Team Bonneton HDG-2C Compétition) ha indubbiamente dominato la prima tappa. Leader fin dalla PS 1 con un tempo molto veloce sul traguardo, il pilota nizzardo ha continuato sullo stesso ritmo per tutta la giornata.
Con totale sicurezza al volante della sua i20, Camilli ha più di 36 secondi di vantaggio sui suoi inseguitori alla fine di questa prima giornata. Può affrontare con tranquillità le sei prove speciali in programma domani. “Abbiamo attaccato Camilli si è congratulata con se stessa. Sembra il 2018-2019 quando guidavo molto. Sto iniziando a conoscere bene i rally e mi sento bene. Non me ne rendo proprio conto! Adoro la macchina, mi sono divertito molto al volante. »

 

Yoann Bonato/Benjamin Boulloud – Foto Bastien Roux / DPPI

 

Sorpreso dal grip all'inizio rallye, Yoann Bonato (C3 Rally2-Trajectus Motorsport) risale al secondo posto: “Siamo contenti di quello che abbiamo fatto. Erano molto veloci davanti! » Riconosciuto l'attuale leader del campionato francese.

 

Anthony Fotia/William Hanocq – Foto Bastien Roux / DPPI

Se il secondo posto è un buon affare contabile, Bonato deve comunque diffidare dei piloti della PH Sport by Minerva Oi. Anthony Fotia (C3 Rally2) e Léo Rossel (C3 Rally2) ingaggiano un intenso duello per il terzo posto sul podio. Vantaggio per Fotia che ha 8,1 secondi di vantaggio sul compagno di squadra. “Siamo nella macchina giusta, osservò Fotia. Abbiamo ancora alcuni problemi legati al pop-off, ma penso che questo non ci abbia fatto perdere troppo tempo. »

Alpine anime

Hugo Margaillan (i20 N Rally2-CHL Sport Auto) e Jean-Baptistte Franceschi (Fiesta Rally2-Sarrazin Motorsport-Iron Lynx) chiudono la Top 5 al termine di questa prima giornata. Entrambi i piloti sono riusciti a creare un varco e sono pronti a cogliere ogni minima occasione per risalire la classifica.

Questa è stata la grande novità di questo rally: il debutto dellaAlpine A110 Rally GT+ con Raphaël Astier (CHL Sport Auto) al volante. L'inizio era promettente con un graffio nella PS 2. Purtroppo Astier è stato costretto al ritiro nella PS successiva.

Cédric Robert/Mathieu Duval – Foto Bastien Roux/DPPI

Sul fronte delle due ruote motrici, Cédric Robert (A110 Rally-Team Bonneton HDG-2C Compétition) era in testa ma è stato costretto al ritiro dopo l'ultima speciale della giornata.

Pierre Roché (A110 Rally-Team FJ), leader del Trofeo Alpine ha colto l'occasione per prendere il comando della classifica 2WD.

 

Yann Clairay/Gilles de Turckheim – Foto Bastien Roux / DPPI

In testa al Trofeo dopo il primo giro, l'ex pilota di pista Yann Clairay (A110 Rally) ha perso terreno alla fine della giornata. Ora è al secondo posto, a 5,4 secondi da Roché. L'ultima tappa sarà decisiva tra questi due piloti. Sul podio provvisorio, Ludovic Godard (A110 Rally-PH Sport by Minerva Oil) ha piena intenzione di inserirsi nella lotta tra Roché e Clairay.

 

Lucas Darmezin/Valentin Augé – Foto Damien Saulnier / DPPI

Nel Trofeo Michelin Amateur, Lucas Darmezin (208 Rally4) ha preso il comando su Pablo Sarrazin (208 Rally4) e inizierà la seconda tappa con più di 48 secondi di vantaggio sul suo rivale.

Domani il percorso sarà ancora una volta impegnativo per i piloti con sei prove speciali in programma tra cui il mitico Col de Turini da superare due volte. La partenza della SS 7 è prevista dalle ore 8:56.

 

La Top 30 alla fine della prima giornata

0 Visualizza commenti)