Verso uno show Netflix dedicato alla MotoGP?

L'amministratore delegato di Liberty Media ha parlato del possibile progetto di produrre una serie Netflix con protagonista la MotoGP, come già fatto in F1.

pubblicato 03/04/2024 à 19:28

Luca Bartolomeo

0 Visualizza commenti)

Verso uno show Netflix dedicato alla MotoGP?

Netflix verso una 'Drive to Survive' con la MotoGP? ©Pool di contenuti Red Bull

Pochi giorni dopo l'annuncio dell'acquisizione di Dorna da parte di Liberty Media, sono sorti interrogativi sulla gestione del MotoGP dalla società che lo ha appena acquisito. Se Greg Maffei, amministratore delegato di Liberty Media, ha già delineato la sua gestione della disciplina, precisa ancora che non si tratterà di replicare il modello costruito con la F1.

“Vogliamo far conoscere questo sport a tutti, spiega l'americano in un'intervista alla tv CNBC. I due campionati rimarranno comunque entità separate, gestite in modo indipendente. L’obiettivo non è quello di unire le attività, ma di prendere l’esperienza e la conoscenza che abbiamo acquisito dalla Formula 1 e portarla in MotoGP.

Penso che molte persone possano diventare grandi fan della MotoGP, Egli continua. Molti già lo fanno, soprattutto in Francia, Spagna e Italia, ma il nostro obiettivo è mostrare al resto del mondo quanto sia entusiasmante questa disciplina. »

Se Maffei non ha rivelato la strategia completa della sua azienda, non chiude la porta all'arrivo di una serie Netflix come 'Drive to survival', che aveva contribuito notevolmente all'aumento di popolarità della Formula 1.

"Non ne abbiamo ancora discusso nello specifico, ma è vero che la serie è stata molto importante nel costruire il successo della F1, oltre ad altre azioni altrettanto importanti, aggiunge Greg Maffei. Il nostro obiettivo è raggiungere tutti gli appassionati, siano essi appassionati di tecnologia o delle storie dei piloti. Utilizzeremo tutti i mezzi a nostra disposizione: social network, storytelling. Vogliamo connettere i fan ovunque si trovino. 

Attualmente ci sono 12 gare in Europa e abbiamo la possibilità di distribuire meglio gli eventi. Potrebbe non essere necessario aumentare il loro numero, ma distribuirci un po’ di più sulla mappa sarebbe molto eccitante. Attualmente c’è una sola gara negli Stati Uniti, era la stessa cosa anche in F1 quando siamo arrivati. Non so se possiamo aggiungere molto altro, ma dobbiamo cogliere le opportunità di crescita negli Stati Uniti e nel mondo." concludilo.

LEGGI ANCHE >Calendario MotoGP 2024 – Quando si svolgerà il prossimo Gran Premio?

 

Luca Bartolomeo

Belga certificato senza accento che scrive con piacere per un sito francese. Responsabile della MotoGP

0 Visualizza commenti)