Aleix Espargaro definisce la sua formazione ideale

Aleix Espargaro si è messo brevemente nei panni di un team manager della MotoGP per definire la sua coppia di piloti ideale.

pubblicato 16/05/2024 à 12:03

Luca Bartolomeo

0 Visualizza commenti)

Aleix Espargaro definisce la sua formazione ideale

Aleix Espargaro definisce la formazione dei suoi sogni ©Red Bull Content Pool

In un momento in cui non ha sicurezze per il suo futuro, alcuni già immaginano che Aleix Espargaro diventi team manager.

E poiché ogni squadra è nulla senza i piloti, lo spagnolo è entrato in gioco componendo la sua formazione ideale, scegliendo due rappresentanti tra quelli attualmente in corsa nella categoria regina.

La decisione è stata facile per il numero 41 che ha avuto bisogno solo di pochi secondi per nominare due suoi connazionali. Prima di emettere il verdetto, Espargaro, però, ha voluto oggettivare la sua decisione.

LEGGI ANCHE > Bagnaia anticipa il tris di campionato

"Tutti diranno che sono suo amico e condividiamo lo stesso allenatore, lo commenta ai media dopo il Gran Premio di Francia. Ma qualunque cosa mi dica il cuore, Pedro Acosta e Jorge Martín sarebbero i due piloti che sceglierei per una squadra di MotoGP Proprio adesso. »

Jorge Martin, MotoGP

©Red Bull Pool di contenuti

Una scelta che in definitiva riflette presente e futuro della disciplina, mettendo da un lato del box l'attuale leader della categoria e dall'altro il promettente esordiente.

“Pedro è il futuro della MotoGP, sarà l’uomo da battere nei prossimi dieci, addirittura dodici anni, assicura poi il pilota dell'Aprilia. E cosa possiamo dire di Jorge se non che è il pilota più completo al momento.

Non credo che ci sia nessun pilota oggi che sia veloce come lui. Ecco perché il mio 'dream team' sarebbe composto da questi due piloti” conclude Espargarò.

Anche se è certo che qualsiasi manager sulla griglia si sognerebbe di offrire i servizi di una coppia del genere, è tuttavia improbabile che i due possano essere allineati nella stessa squadra a breve termine.

Se continua il suo slancio, Pedro Acosta dovrebbe unirsi a Brad Binder dalla parte della KTM il prossimo anno. Il sudafricano chiude le porte a Martin – che sta cercando di entrare in una squadra ufficiale – fino alla fine del 2026.

LEGGI ANCHE > Acosta spiega le ragioni della sua caduta a Le Mans

Luca Bartolomeo

Belga certificato senza accento che scrive con piacere per un sito francese. Responsabile della MotoGP

0 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione