Il francese si fa notare durante i test di Jerez

Sorprendono i numerosi sviluppi compiuti dai team di Fabio Quartararo e Johann Zarco nel corso dei Test Ufficiali di Jerez, mentre entrambi hanno tratto un bilancio positivo da queste otto ore di guida.

pubblicato 29/04/2024 à 21:40

Luca Bartolomeo

0 Visualizza commenti)

Il francese si fa notare durante i test di Jerez

Fabio Quartararo ottimista dopo i test di Jerez ©Yamaha

Lunedì si sono svolti i primi test ufficiali della stagione sul circuito di Jerez, all'indomani del Gran Premio di Spagna MotoGP. Riponendo ovviamente molta speranza in queste preziose ore di guida, vista la situazione in cui si trovano le rispettive squadre, i piloti francesi si sono distinti.

Dal canto suo, Johann Zarco ha provato molte novità sulla RC213V, come il nuovo telaio della Honda, prima di tornare alla vecchia versione per servire al meglio l'HRC e immagazzinare così quante più informazioni possibili.

Se il residente di Cannes ha concluso in ventesima posizione, è il pilota ad aver guidato maggiormente durante la giornata, completando un totale di 88 giri. Come la maggior parte dei piloti Honda, Zarco non è rimasto del tutto soddisfatto delle modifiche apportate, ma resta convinto che aiuteranno a trovare alcune soluzioni.

“Abbiamo testato molte cose oggi mentre lavoriamo su alcune aree della moto, commenta Zarco la sera dei Test Ufficiali di Jerez. C’è del potenziale e mi piace questa sfida, ma è necessario apportare alcune modifiche per lottare per posizioni migliori. Oggi mi sono concentrato nel dare il miglior feedback possibile all’HRC e nell’aiutarli a trovare la giusta direzione. »

MotoGP, Quartararo, Zarco

©LCR Honda

Sotto i riflettori in Andalusia anche l'altra fabbrica giapponese in griglia. Yamaha ha infatti svelato un significativo aggiornamento aerodinamico Fabio Quartararo e Alex Rins messi alla prova.

Così il team giapponese portò una nuova ala anteriore, una nuova appendice sulla carenatura laterale ed un nuovo telaio.

Rins ha concluso la prova in quattordicesima posizione, mentre Quartararo – che ha completato 84 giri – ha concluso 18°. Dal punto di vista aerodinamico i due sono apparsi soddisfatti, mentre Alex Rins non era soddisfatto del telaio, che non si sentiva ancora a suo agio in curva.

"È stata una lunga giornata! Avevamo molte cose da testare e ne abbiamo ricavato molte informazioni, spiega il campione del mondo 2021. Abbiamo bisogno di più tempo prima di giungere ad una conclusione. Faremo anche un test privato al Mugello per saperne di più.

Dobbiamo analizzare i dati raccolti prima Le Mans, continua il nizzardo. Penso che ci siano aspetti positivi ma, naturalmente, ci sono anche cose per le quali abbiamo bisogno di più tempo prima di dare un verdetto. Penso che per Le Mans possiamo già iniziare a introdurre cose nuove. »

Resta da vedere quali novità avrà la moto del francese quando arriverà sul circuito della Sarthe in termini di aerodinamica. Tuttavia, essendo i tempi piuttosto brevi, l’intero pacchetto non può essere portato in Francia. Ciò consentirà almeno ai piloti di fornire un feedback accurato riguardo alle parti aggiunte.

Questa giornata di guida costituisce un punto di riferimento importante per ciascuna delle squadre di piloti francesi. La prossima giornata di test ufficiali si svolgerà il 3 giugno, il giorno dopo il Gran Premio d'Italia della MotoGP al Mugello.

LEGGI ANCHE > MotoGP – Quartararo, in difficoltà fisica al GP di Spagna, recupera un piccolo punto da Jerez

Quartararo, MotoGP

©Yamaha

Luca Bartolomeo

Belga certificato senza accento che scrive con piacere per un sito francese. Responsabile della MotoGP

0 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione