Marquez sottolinea i suoi punti deboli rispetto a Martin

Marc Marquez si dice soddisfatto del suo primo fine settimana in sella ad una Ducati ed esprime ciò che vuole migliorare prima del Gran Premio del Portogallo.

pubblicato 14/03/2024 à 14:45

Luca Bartolomeo

0 Visualizza commenti)

Marquez sottolinea i suoi punti deboli rispetto a Martin

Marquez felice del suo debutto in Qatar ©Michelin

Tra le sfide del primo incontro stagionale MotoGP in Qatar c'è stato l'arrivo di Marc Marquez in Ducati. Dopo la sua partenza dal team Repsol Honda alla fine del 2023, in molti lo hanno visto riaffermare il suo status di campione all'interno del team Gresini.

Marquez ha risposto sul circuito di Losail, concludendo la gara principale in quarta posizione, dopo aver lottato per il podio con Jorge Martín. Abbastanza per accontentare lo spagnolo che non si aspettava di meglio.

“Non c’è nessuna frustrazione, ovviamente ho provato a conquistare un podio e ho dato il massimo, commenta Marquez. Erano semplicemente più veloci di me. Non sono frustrato perché, come ho detto giovedì, penso che potremmo puntare al 4°, 5° o 6° posto in Qatar.

Il podio non è lontano, devo ancora imparare a gestire certe cose con questa moto, Egli continua. Non mi sento completamente a mio agio con la moto, ma lavorerò già su alcuni punti per migliorare in vista della prossima gara. »

LEGGI ANCHE > Espargaro: “Un vero incubo” 

Sottolineando i suoi punti deboli, Marquez ha notato in particolare un grosso difetto nella sua guida della Ducati rispetto a Jorge Martín.

Con Jorge la differenza l’ha fatta in uscita di curva, dove lui era migliore di me. Domenica ho gestito meno questo aspetto della mia guida perché abbiamo apportato alcune modifiche alla moto, ma nel complesso la squadra mi sta aiutando molto ad ambientarmi il più velocemente possibile.

Per quanto riguarda l'esordio del giovane esordiente Pedro Acosta, il numero 93 si è detto stupito, anche se non si è preoccupato quando quest'ultimo lo ha superato.

“Non ho prestato molta attenzione ad Acosta, ma quando mi ha superato sapevo che stava distruggendo le sue gomme, sottolinea Marquez. È una gara di gestione e ha trascorso l'inizio dell'evento attaccando. Resta comunque molto impressionante per un debuttante, ha fatto quello che doveva fare: dare tutto e imparare il più possibile. »

Imparare è anche ciò che dovrà fare l'otto volte campione del mondo con la sua nuova moto prima di conquistare una possibile vittoria che attende da quasi tre stagioni.

LEGGI ANCHE > Acosta arretrato a Portimao?

Luca Bartolomeo

Belga certificato senza accento che scrive con piacere per un sito francese. Responsabile della MotoGP

0 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione