Le sue difficoltà, il suo rapporto con Bearman… Antonelli ripercorre i suoi esordi in Formula 2

Andrea Kimi Antonelli ha ripercorso nel dettaglio i suoi primi passi in Formula 2. Il pilota italiano ha incontrato alcune difficoltà di adattamento ma ha anche fornito delle prestazioni buone e promettenti.

pubblicato 29/04/2024 à 15:38

Yannis Duval

0 Visualizza commenti)

Le sue difficoltà, il suo rapporto con Bearman… Antonelli ripercorre i suoi esordi in Formula 2

Con 24 punti Antonelli è 9° nella classifica F2. ©DPPI

Era l'attrazione della finestra di trasferimento Harley Knucklehead 2. Mentre era appena stato titolato in FRECA, Andrea Kimi Antonelli si è annunciato nell'anticamera della F1, a soli 17 anni ignorando così F3. Il protetto di Mercedes era particolarmente atteso visto il suo talento e quello che aveva dimostrato nei suoi primi anni auto.

Per la stagione F2024 2, il pilota italiano si è unito a Prema Racing, in sostituzione di Frederik Vesti. Dopo i primi tre round della stagione, Andrea Kimi Antonelli è 9° nella classifica piloti e non sta avendo un inizio di stagione da sogno. Infatti, tra il salto di categoria, la scoperta di una nuova vettura ma anche di nuovi circuiti, il transalpino non è ancora riuscito a mettere insieme tutto. A questo va aggiunto il tempo di adattamento ad un ambiente per lui ancora nuovo.

“Entrare in F2 è completamente diverso, la macchina è molto diversa, anche il formato del fine settimana è diverso, quindi c’è molto da imparare ma mi piace correre, sottolinea il campione FRECA in carica. Imparo molto ogni fine settimana. Cerco di trarne il massimo per migliorare le mie prestazioni. »

Il pilota italiano ammette che in questo inizio di stagione ha difficoltà a trovare il ritmo, soprattutto in gara.

“Le procedure, il riscaldamento delle gomme, dei freni ma anche della frizione, è qualcosa di completamente nuovo per me, ammette il giovane di 17 anni. Anche la gestione delle gomme è molto importante in F2. Sulla maggior parte dei circuiti il ​​degrado non è realmente puro degrado, è più termico, quindi devi davvero mantenere le gomme nella giusta finestra. 

A Jeddah ho spinto un po’ troppo le gomme e ho subito un certo degrado. Quindi ovviamente lo sto ancora imparando, ma è un punto davvero chiave per la F2, soprattutto nelle corse; essere molto veloce ma allo stesso tempo gestire anche le gomme. »

Antonelli ha comunque fatto vedere buone cose. Ad esempio, durante la gara principale in Bahrain, è riuscito a conquistare il punto per il 10° posto nonostante fosse partito 17°. In Australia, il pilota del Mercedes Junior Team ha ottenuto il suo miglior risultato conquistando il 4° posto domenica, 48 ore dopo il suo 2° miglior tempo in qualifica.

Bearman, come un fratello maggiore

Al fianco di Oliver Bearman (che è alla sua seconda stagione in F2), « Kimi » sembra avere un buon rapporto con quest'ultimo. Il debuttante vuole sfruttare l'esperienza del suo vicino di box per continuare ad imparare e giocare velocemente in attacco.

“Devo dire che è una cosa molto positiva perché posso imparare molto da lui e ovviamente è un ottimo pilota quindi posso ottenere molte informazioni da lui. Quindi ovviamente è davvero carino. E' difficile, non è facile ma mi piace correre contro di lui e contro il resto della griglia. »

Antonelli Bearmann

©Formula 2

L'ambizione di assicurarsi un titolo

All'inizio della stagione, Antonelli ha affrontato alcune gare e sessioni di qualifica complicate, ma a volte si è mostrato anche molto promettente, mostrando un ritmo vicino a quello dei protagonisti di questa F2. Se riuscirà a ripetere questo tipo di prestazione, allora perché non prendere in considerazione il titolo a fine stagione...

“L’obiettivo è vincere le gare e il campionato, assicura il pilota Prema. Sono pienamente consapevole che non sarà facile perché, come abbiamo visto nei round precedenti, ci sono molti piloti forti e molte squadre con una macchina forte. Il gruppo è davvero competitivo. Ma ovviamente l’obiettivo finale è finire l’anno con un campionato o, in caso contrario, almeno essere un contendente. Penso che con il lavoro che stiamo facendo possiamo essere un buon contendente per il campionato. »

Dal 17 al 19 maggio la Formula 2 va a Imola. Andrea Kimi Antonelli sarà poi a casa, spinto da migliaia di tifosi italiani. Quale modo migliore per ottenere la tua prima vittoria e lanciare finalmente la tua stagione?

LEGGI ANCHE > Andrea Kimi Antonelli come un sogno dopo il suo primo test in F1: “Bello sentire la potenza”

0 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione