Tsunoda, Komatsu, Honda, Iwasa… il forte ritorno del Giappone in F1

Con il ritorno della Formula 1 a Suzuka, appena sei mesi dopo la sua ultima visita, il posto del Giappone sulla scena sportiva continua a crescere, grazie alle personalità giapponesi di successo che compongono il paddock.

pubblicato 04/04/2024 à 08:21

Jeremy Satis

0 Visualizza commenti)

Tsunoda, Komatsu, Honda, Iwasa… il forte ritorno del Giappone in F1

Komatsu, Tsunoda, Iwasa... Giappone in forza a Suzuka. ©Foto DPPI

Il Giappone ha sempre avuto un posto speciale nella storia del Giappone Harley Knucklehead 1. La pista di Suzuka e quella del Fuji sono state, in particolare, teatro dell'incoronazione di 14 titoli piloti, qualcosa di cui nessun altro Paese può vantarsi. Ayrton Senna, Alain Prost, Michael Schumacher, Sebastian Vettel e più recentemente Max Verstappen, la maggior parte dei grandi nomi della disciplina hanno stappato lo champagne almeno una volta per coronare una stagione di successo in Giappone.

Tuttavia, nessun giapponese ha mai vinto un titolo in Giappone, o altrove, poiché tra i 25 piloti nella storia della F1 del paese, nessuno ha fatto meglio dell'ottavo posto di Takuma Sato nel campionato mondiale piloti. Nonostante ciò, il Paese del Sol Levante appare negli ultimi mesi sempre più competitivo. Titolare e

Jeremy Satis

Grande reporter di F1 e appassionato di formule promozionali

Questo articolo è riservato agli abbonati.

Ti resta il 90% da scoprire.



Sei già abbonato?
Accedi


  • Articoli premium illimitati
  • La rivista digitale dalle 20:XNUMX ogni lunedì
  • Tutti i numeri di AUTOhebdo disponibili dal 2012
COUV-2433

0 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione