Secondo Pérez la Ferrari avrebbe vinto a Melbourne anche senza il ritiro di Verstappen

Sergio Pérez riconosce che il ritmo della Scuderia è stato superiore a quello della Red Bull questa domenica a Melbourne, e crede addirittura che Max Verstappen non avrebbe resistito alla Ferrari se non si fosse arreso.

pubblicato 24/03/2024 à 13:17

Dorian Grangier

2 Visualizza commenti)

Secondo Pérez la Ferrari avrebbe vinto a Melbourne anche senza il ritiro di Verstappen

©Eric Alonso/DPPI

Un Gran Premio senza nessuno Red Bull sul podio, è abbastanza raro da essere messo in risalto! Raro, perché ciò è avvenuto solo tre volte dall'introduzione del nuovo regolamento tecnico, nel 2022! E l’ultima volta è stata… durante il Gran Premio di Singapore 2023, vinto da un certo Carlos Sainz.

Lo spagnolo, vincitore del GP d'Australia questa domenica, ha fermato ancora una volta l'egemonia della Red Bull, rimasta a nove vittorie consecutive con Max Verstappen. Questa volta l'olandese non è riuscito a difendersi, accusando un problema ai freni fin dall'inizio della gara ed è costretto al ritiro al 5° giro.

Tuttavia, secondo il suo compagno di squadra Sergio Pérez, anche Max Verstappen non avrebbe potuto fare nulla contro il Ferrari a Melbourne. Alla domanda se la Ferrari avrebbe vinto anche se il campione in carica non si fosse ritirato, il messicano ha risposto: “ Assolutamente si. Purtroppo non avevamo il ritmo. Abbiamo avuto difficoltà all'inizio della partita. Ferrari e McLaren erano un passo avanti a noi, dice Checo Pérez. Non siamo riusciti a trovare l'equilibrio nella finestra. C'è del lavoro da fare per le prossime gare. L'asfalto era molto particolare e per tutto il fine settimana non siamo riusciti a gestire il miglior livello di grip possibile. »

Pérez torna alla corsa del campionato

Da parte sua, Sergio Pérez non è riuscito a tornare in testa al gruppo. Sesto in griglia, dopo una penalità di tre posti per ostruzione Nico Hulkenberg durante la Q1, il messicano non è riuscito a raggiungere la Ferrari e la McLaren, finendo lontano dal vincitore (56 secondi al traguardo sotto VSC).

“Come squadra, semplicemente non avevamo il ritmo oggi. Non abbiamo avuto il ritmo per tutto il fine settimana, si rammarica n. 11. Già venerdì eravamo in difficoltà e non siamo mai riusciti a padroneggiare la gestione delle gomme. Penso che dobbiamo solo capire e assicurarci di poter migliorare. Avevamo già visto l’anno scorso su un circuito simile a questo, come ad esempio Las Vegas che è impegnativo all’anteriore, che la Ferrari era molto più forte di noi. Quindi non abbiamo potuto prenderci cura delle gomme anteriori. »

Sergio Pérez, quinto al traguardo del GP d'Australia, potrà comunque accontentarsi – forse egoisticamente – di essersi avvicinato al compagno di squadra in campionato. Il messicano è al terzo posto, a cinque punti da Max Verstappen, ancora leader tra i Piloti.

LEGGI ANCHE > Verstappen non è né deluso né frustrato dal suo ritiro in Australia 

Dorian Grangier

Un giovane giornalista nostalgico degli sport motoristici di una volta. Cresciuto grazie alle gesta di Sébastien Loeb e Fernando Alonso.

2 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

2 Commenti)

E

Eric Stevens

28/03/2024 alle 09:43

bene allora ! da un lato riconosce di essere lontano dal compagno di squadra ma a questo punto è la prima volta quest'anno. storicamente il Gran Premio d'Australia, che spesso apriva la stagione, non è mai stato rappresentativo del livello di competitività delle vetture, e nemmeno il contrario, quindi se fossi in Ferrari mi preoccuperei..

Yves-Henri RANDIER

24/03/2024 alle 01:47

Penso che TexMex, che era abbastanza trasparente, avesse assolutamente ragione. Resta da vedere se ciò verrà confermato entro 15 giorni dal giudice di pace di Suzuka, il che permetterà sicuramente di vedere chiaramente la gerarchia!

Scrivi una recensione