Senza l'aiuto di Stroll, Alonso non si ritiene in grado di sfruttare tutto il potenziale della sua Aston Martin

Per Fernando Alonso le sensazioni e i feedback del compagno di squadra Lance Stroll sono “cruciali” per migliorare l’AMR24.

pubblicato 18/04/2024 à 10:20

Gonzalo Forbes

0 Visualizza commenti)

Senza l'aiuto di Stroll, Alonso non si ritiene in grado di sfruttare tutto il potenziale della sua Aston Martin

“Vedi Lance, tu ed io possiamo realizzare grandi cose insieme. » © Antonin Vincent / DPPI

Oltre a padroneggiare il volante, Fernando Alonso si è sempre distinto fin dall'inizio della sua carriera per la padronanza della comunicazione. Alcuni diranno che è buono, altri cattivo... Giudicate voi stessi. Eppure il due volte campione del mondo è diventato col tempo un esperto in materia.

Arrivando a Aston Martin l’anno scorso l’asturiano lo aveva capito perfettamente. Con il figlio del suo capo, Lawrence Stroll, come compagno di squadra, Fernando Alonso è diventato più che mai un politico nel suo cuore. Le sue uscite sono attente, i commenti positivi non mancano... Raramente lo abbiamo visto così, lui che in passato non ha esitato a criticare quando necessario. Ma l'asturiano è intelligente e dotato Lance Stroll dall'altra parte del garage non prenderà provvedimenti, soprattutto non pubblicamente. Almeno per il momento.

Alonso-Stroll, l'unione fa la forza

Vieni qui, ragazzone! ©Xavi Bonilla/DPPI

In vista del Gran Premio della Cina questo fine settimana, il primo Renault, McLaren ou Ferrari lo ha dimostrato ancora una volta con un'uscita di cui solo lui possiede il segreto. Interrogato sul suo compagno di squadra e sui progressi da fare sull'AMR24, Fernando Alonso si è limitato a complimentarsi con il canadese, il cui contributo allo sviluppo secondo lui non va trascurato.

« Lance ed io cerchiamo di aiutare la squadra il più possibile, confida l'interessato. Secondo me abbiamo due stili di guida diversi in determinate condizioni e quindi sensazioni diverse con la vettura.

Lance è molto più sensibile di me alle cose, il che è molto importante per la squadra. L'analisi che Lance può fare e che può trasmettere alla squadra è fondamentale per noi e per migliorare la macchina. A volte lo sono un po' [insensibile] a certi dettagli e questo non è una buona cosa. Entrambi cerchiamo di aiutare Aston il più possibile e la direzione che stiamo prendendo per lo sviluppo ma anche per la messa a punto nell’arco di un fine settimana è esattamente la stessa. Quindi arriviamo alle stesse conclusioni, forse in modo diverso, e penso che questi due stili diversi siano una buona cosa per Aston. "

Se l'anno scorso aveva ampiamente dominato il suo compagno dei Verdi con 132 punti di differenza e soprattutto 8 podi a zero, Fernando Alonso non si considerava però in grado di estrarre tutto il potenziale dal suo equipaggiamento. Per riuscirci, riconosce di aver bisogno di Lance Stroll, nonostante un palpabile divario di livello. “ A volte guido la macchina per aggirare i problemi che abbiamo e qualche volta è una buona cosa perché posso guidare qualsiasi macchina, in qualsiasi momento, e trarne il 90%., ammette.

Ma per raggiungere il 100%, a volte non posso fare a meno dell'aiuto del mio compagno di squadra su particolari dettagli di messa a punto o problemi di bilanciamento. Traiamo beneficio gli uni dagli altri in modi diversi e questa è una buona cosa in questo momento. » Dal grande Fernando Alonso che cura la sua immagine con il grande capo.

LEGGI ANCHE > Fernando Alonso e Aston Martin rinnovano i loro voti, come se fosse ovvio

Gonzalo Forbes

Responsabile delle formule promozionali (F2, F3, FRECA, F4...). Portato dalla grazia di Franco Colapinto.

0 Visualizza commenti)