Quali strategie per il Gran Premio di Miami?

Per questo Gran Premio di Miami i dati Pirelli mostrano 4 diverse possibilità di strategia ma tutte orientate verso lo stesso numero di soste.

pubblicato 05/05/2024 à 14:23

Gonzalo Forbes

0 Visualizza commenti)

Quali strategie per il Gran Premio di Miami?

© DPP

Introdotto in calendario nel 2022, il Gran Premio di Miami non ha ancora vissuto un'edizione particolarmente esaltante. Fin dalla sua introduzione, Max Verstappen lì ha sempre imposto la sua legge, anche se non aveva firmato la pole position (tornato a Charles Leclerc e Sergio Pérez). Quest'anno l'ha vinto e sembra sulla buona strada per trionfare per i 5e volte in 6 gare. Abbastanza per aspettarsi una domenica relativamente tranquilla, salvo colpi di scena. In ogni caso, ciò non dovrebbe derivare dalla strategia.

In effetti, il tracciato della Florida non è mai stato propizio a scommesse strategiche rischiose, dato che il suo asfalto non è il più abrasivo della stagione. Pertanto, piloti e team non rischiano di più, preferendo giocare la carta della sicurezza. Questo è stato il caso nel 2022 e nel 2023, e il 2024 non dovrebbe senza dubbio fare eccezione alla regola.

Le strategie Pirelli per il Gran Premio di Miami

Dopo aver analizzato i propri dati, Pirelli offre 4 diverse strategie per il Gran Premio di Miami… tutte in una sola tappa. La soluzione più sicura resta iniziare con gomme medie e poi montare un treno di gomme dure in una finestra compresa tra le 15e e 21e giri (su 57), e poi correre fino al traguardo.

La strategia opposta consiglia il passaggio nella pit lane tra le 35e e 41e giri di corsa per eliminare quelli duri e inserire quelli medi.

Chi scommette sulla partenza con gomme morbide dovrà entrare in pit lane molto prima perché Pirelli consiglia una sosta tra le 11e e 17e giri per poi passare a quelli duri. Una strategia “più lenta” perché costringerà gli interessati a stare più attenti alla gomma affinché duri fino alla fine. E se i piloti dovessero partire con la hard con l'intenzione di mettere la soft a fine gara, saranno invitati a effettuare l'unica sosta tra le 38e e 44e guidate.

Ovviamente, questo non tiene conto dei possibili eventi di gara né della comparsa di una Safety Car o addirittura di una Virtual Safety Car. Che intervengano gli ultimi due c'è una probabilità del 50%.

L'inizio del Gran Premio di Miami è previsto per le 22 di questa domenica.

LEGGI ANCHE > 7 pole consecutive per Verstappen, un'impresa riuscita in pochi nella storia

Gonzalo Forbes

Responsabile delle formule promozionali (F2, F3, FRECA, F4...). Portato dalla grazia di Franco Colapinto.

0 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione