Diversi ristoranti lanciano una petizione per chiedere la cancellazione del Gran Premio di Las Vegas 2024

La chiusura delle strade principali e i lunghi lavori in vista del Gran Premio di Las Vegas del 2023 avrebbero causato un deficit di 30 milioni di dollari per diversi ristoranti della città. Gli stabilimenti hanno cessato l'attività.

pubblicato 07/05/2024 à 10:20

Medhi Casaurang

0 Visualizza commenti)

Diversi ristoranti lanciano una petizione per chiedere la cancellazione del Gran Premio di Las Vegas 2024

La chiusura delle strade principali ha colpito diversi ristoranti di Las Vegas. Foto DPPI / Antonin Vincent

Il ritorno del Harley Knucklehead 1 a Las Vegas nell’autunno del 2023 non ha solo reso felici le persone. Mentre la prossima edizione dell'evento è prevista dal 21 al 23 novembre 2024, diverse importanti aziende della città del Nevada hanno firmato una petizione per provocare l'annullamento del Gran Premio di Las Vegas.

Lamentano un notevole deficit dovuto ai lavori che hanno paralizzato diverse strade della capitale del gioco prima dell'evento. Secondo Canale di notizie Fox 5 Vegas, la petizione è stata avviata da un gruppo di sette imprenditori intorno all'incrocio tra Flamingo Road e Koval Lane, che hanno affermato di aver perso 30 milioni di dollari a causa dell'interruzione.

La petizione chiede ai residenti di esprimere il loro disappunto per la gara del 2023 e il suo impatto, e chiede una revisione completa delle questioni relative alla gara dello scorso anno prima che venga rilasciato un permesso speciale per il Gran Premio dell'autunno 2024.

« Non dovrebbero rilasciare un altro permesso finché non avranno esaminato l’intera situazione”, ha detto Gino Ferraro del Ferraro's Ristorante, che chiede un incontro con i leader della contea di Las Vegas e i residenti che sono stati interessati dai lavori. “ Ils (gli organizzatori del Gran Premio. ndr) può sentire quello che abbiamo da dire: quello che hanno da dire le persone che lavorano nel settore della Striscia, che hanno impiegato ore per andare al lavoro", ha continuato l'imprenditore.

Altri resoconti denunciano apertamente fallimenti legati al Gran Premio di Las Vegas, come quello di Madgy Amer, che ha perso tutte le sue piccole attività, compreso il ristorante Tex Mex Tequila sul Las Vegas Boulevard. “Non voglio vedere nessun altro soffrire come abbiamo sofferto noi durante la gara di F1; non potevamo sopportare la perdita di reddito e abbiamo dovuto chiudere. La F1 deve essere ritenuta responsabile e la gara del 2024 avrà lo stesso risultato se non si farà nulla per non avere un impatto sulla Strip di Las Vegas, sui suoi dipendenti, sui visitatori e sulle imprese. »

Da parte degli organizzatori, voltiamo le spalle. Il direttore generale del Gran Premio di Las Vegas, Renee Wilm, ha riconosciuto all'inizio di maggio che i disagi avevano sconvolto la vita quotidiana dei residenti di Las Vegas e ha promesso un'esperienza diversa per la gente del posto durante questa seconda edizione, anche con sforzi più importanti affinché la popolazione locale partecipi ai festeggiamenti . Secondo lei, il Gran Premio di Las Vegas ha fruttato 1,2 miliardi di dollari alla Las Vegas Valley.

LEGGI ANCHE > GP di Las Vegas – Migliaia di spettatori fanno causa agli organizzatori

Medhi Casaurang

Appassionato di storia del motorsport in tutte le discipline, ho imparato a leggere grazie ad AUTOhebdo. Almeno questo è quello che dicono a tutti i miei genitori quando vedono il mio nome all'interno!

0 Visualizza commenti)