Oscar Piastri spera in un “bel passo avanti” grazie agli sviluppi fatti dalla McLaren

Il pilota australiano Oscar Piastri afferma che la McLaren sta apportando aggiornamenti questo fine settimana per il Gran Premio di Miami. Spera in un passo avanti significativo in termini di prestazione.

pubblicato 03/05/2024 à 00:22

Jeremy Satis

0 Visualizza commenti)

Oscar Piastri spera in un “bel passo avanti” grazie agli sviluppi fatti dalla McLaren

Oscar Piastri si aspetta molto dagli sviluppi della McLaren. © Paulo Maria/DPPI

L'anno scorso è stato grazie all'introduzione di un importante aggiornamento portato in due fasi (in Austria e poi a Silverstone). McLaren era passato dall'ultimo posto nel Campionato Costruttori allo status di migliore squadra dietro Red Bull, almeno effimeramente. Il team di Woking non potrà ovviamente ripetere ogni anno la magica evoluzione, ma questa volta ha almeno dalla sua parte il fatto di aver avuto un inizio di 2024 decisamente migliore.

Attualmente terza in campionato, si trova attualmente in una terra di nessuno in mezzo Ferrari et Mercedes. Ciò non impedisce ai responsabili della squadra di essere ambiziosi, visto che Andrea Stella ha spiegato chiaramente che almeno punta una vittoria quest'anno, e che lottare con la Red Bull l'anno prossimo fosse il suo obiettivo finale. Un'ambizione accolta con favore anche dal caposquadra Zak Brown, l'americano convinto che la sua squadra principale italiana abbia fatto un lavoro perfetto da quando ha sostituito Andreas Seidl come caposquadra.

La McLaren punta a un notevole passo avanti

A Miami, su una pista che lo scorso anno non portò fortuna alle McLaren, le monoposto della Papaya cercheranno di sfruttare lo sviluppo introdotto dai team tecnici di Woking per arrivare ancora più in alto. Dall'inizio dell'anno, Lando Norris et Oscar Piastri sono infatti sistematicamente finiti a punti, ma hanno ottenuto solo due podi in cinque gare, tutti conquistati dal britannico.

“Dovrebbe essere un bel passo avanti, spero. ha spiegato Oscar Piastri. Questo è sempre ciò che ci aspettiamo dagli aggiornamenti. Ovviamente in un fine settimana Sprint è un po' più difficile ottenere il massimo dato che hai solo una sessione di prove libere, ma dovrebbe essere un buon passo avanti. Poi l’anno scorso abbiamo apportato alcuni miglioramenti a Baku – che era la gara prima di Miami – e poi qui l’anno scorso abbiamo avuto uno shock. Quindi dovremo aspettare e vedere se questo circuito è adatto a noi, perché l’anno scorso abbiamo cambiato parecchie cose. Ma sì, spero che questo pacchetto faccia quello che dovrebbe fare!”

Consapevole che le fasi di sviluppo di ciascuna su questa generazione di monoposto hanno già raggiunto un certo livello, l'australiano non si aspetta però guadagni così significativi come quelli ottenuti dall'introduzione degli sviluppi 2023. “Penso che sarà un bel passo avanti, ha comunque chiarito. Penso che il nostro obiettivo sia rimanere sulla traiettoria dell'anno scorso. Ma sai, ovviamente man mano che ti avvicini ai limiti di queste vetture e di questi regolamenti, diventa sempre più difficile. Vedremo. Ma sì, penso che i miglioramenti apportati l'anno scorso abbiano funzionato ancora bene. Spero che avremo lo stesso tipo di effetto quest’anno”.

Difficile però immaginare che la McLaren possa tornare al livello dell’intoccabile Red Bull. L'idea inizialmente sarà quella di cercare di raggiungere il più velocemente possibile la Ferrari nella corsa per il 2° posto. “Penso che per me la Red Bull sia una macchina molto forte in generale, Analisi Piastri. Non sembra avere grossi punti deboli. È forte in tutte le aree. Al contrario, penso che ci siano alcune aree che sono più deboli per noi rispetto ad alcuni dei nostri concorrenti, e stiamo cercando di affrontare questo problema. Penso che ci stiamo avvicinando sempre di più. Penso che a volte l’anno scorso eravamo molto vicini in alcune piste”.

“Ma sì, è chiaro che al momento non siamo completi come la Red Bull. Quindi penso che abbiamo ancora del lavoro da fare. I miglioramenti apportati questo fine settimana ci aiuteranno a raggiungere questo obiettivo. Ma sì, penso che, con la traiettoria che abbiamo avuto, se ci guardi 12 mesi fa, dove siamo adesso, penso che siamo in ottima forma e, si spera, entro la fine dell'anno e la prossima stagione potremo può iniziare ad affrontare la sfida un po’ di più”. Questo è tutto il progetto di Andrea Stella e del suo team!

Jeremy Satis

Grande reporter di F1 e appassionato di formule promozionali

0 Visualizza commenti)