Ocon e Gasly “felici”, progetto 2026 “sulla strada giusta”: Famin rassicura sul futuro diAlpine

Tra le voci di trasferimento, Bruno Famin afferma che Esteban Ocon e Pierre Gasly rimangono soddisfatti Alpine nonostante le difficoltà incontrate dal team francese... precisando che A fléché si sta preparando ad ogni evenienza in caso di partenza di uno dei suoi piloti.

pubblicato 15/04/2024 à 08:56

Dorian Grangier

1 Visualizza commenti)

Ocon e Gasly “felici”, progetto 2026 “sulla strada giusta”: Famin rassicura sul futuro diAlpine

©Xavi Bonilla/DPPI

La squadra francese di Harley Knucklehead 1 Sta già vivendo la sua ultima stagione? Con il passare dei giorni le voci si fanno sempre più insistenti riguardo alla partenza di uno dei due – o di entrambi? - autisti Alpine alla fine dell'anno. Voci di corridoio alimentate dalle pessime prestazioni di A frecciate nei primi quattro Gran Premi del campionato (nessun punto conquistato, peggior record per Renault / Alpine dal 1979). Esteban Ocon et Pierre Gasly Sarebbero tentati di guardare altrove, sapendo che la scalata al vertice della griglia si preannuncia lenta e pericolosa?

“Siamo soddisfatti dei nostri piloti e i nostri piloti sono contenti di noi”

Questo comunque non è il punto di vista di Bruno Famin. Il direttore principale della stalla Alpine sta cercando disperatamente di spegnere gli incendi su tutti i fronti, ma soprattutto di rassicurare la sua coppia di piloti in vista di un potenziale prolungamento. Ricordiamo che i due Normanni sono in scadenza di contratto a fine stagione. In un'intervista rilasciata al sito ufficiale della Formula 1, il leader francese assicura che entrambe le parti sono soddisfatte l'una dell'altra e spiega che il progetto a lungo termine è in corsoAlpine – che ribadisce di non esserlo “assolutamente non in vendita” – dovrebbero rassicurare Esteban Ocon e Pierre Gasly.

“Siamo contenti dei nostri piloti e i nostri piloti sono contenti di noi. Parliamo con loro regolarmente. Vediamo cosa possiamo fare in futuro. Ci sono alti e bassi, siamo in una fase discendente ma abbiamo un progetto forte con una visione a lungo termine, sottolinea Bruno Famin. Abbiamo una buona forza per il progetto 2026 – siamo un produttore, sviluppiamo il motore – che è sulla strada giusta, possiamo ottimizzare tutto. »

“Abbiamo un progetto che non ha bisogno di convincerli [a restare], Aggiunge. Vorrei cogliere l'occasione per ringraziarli. Siamo in una posizione difficile. Non è l'inizio di stagione che volevamo e apprezzo quanto siano costruttivi con la squadra, non solo nella comunicazione con i giornalisti, ma anche internamente. Quando cercano di trovare soluzioni con la macchina sono entrambi molto disponibili. »

Alpine pronti per soluzioni alternative?

Tuttavia, la finestra di trasferimento del 2025 è quella che è attualmente, con porte aperte nella maggior parte delle squadre e numerose possibilità di trasferimento, Alpine preferisce la prevenzione alla cura e si prepara a ogni eventualità. I due piloti francesi sono ambiti, e Bruno Famin lo sa: nonostante le garanzie e il progetto a lungo termine, tutto può succedere.

“Guardiamo anche al mercato e abbiamo anche la nostra accademia dove sviluppiamo i talenti per il futuro. Jack Doohan è il nostro autista di riserva, Victor Martins è presente Harley Knucklehead 2. Abbiamo una vasta gamma di possibilità, assicura il Team Principal diAlpine. Siamo contenti di Esteban e Pierre, ma siamo pronti a reagire se dovesse succedere qualcosa. È tutto. »

Se la freccia A sembra intenzionata a proseguire l'avventura con la propria squadra francese anche per gli anni a venire, la squadra francese preferisce procrastinare e dichiara di non voler fare un annuncio affrettato in vista del 2025. “A dire il vero non abbiamo fretta in questo momento, confida Bruno Famin. Abbiamo altri problemi da risolvere, altre cose da migliorare, e non abbiamo fretta. Noi siamo pronti, siamo preparati, ma non abbiamo fretta. »

LEGGI ANCHE > Alpine è “chiaramente in una fase di depressione”, ma punta a una ripresa

Dorian Grangier

Un giovane giornalista nostalgico degli sport motoristici di una volta. Cresciuto grazie alle gesta di Sébastien Loeb e Fernando Alonso.

1 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

1 Commenti)

Yves-Henri RANDIER

15/04/2024 alle 12:25

“Abbiamo un progetto forte con una visione a lungo termine”, afferma Bruno FAMIN. Certo, è davvero difficile per lui dire altro... ma questo ritornello si sente già da tempo dal lato della freccia A senza alcun vero successo!

Scrivi una recensione