Nuova passeggiata per Verstappen e Red Bull in Arabia Saudita, Bearman a punti per la sua prima volta

Decisamente solo in questo gruppo, Max Verstappen ha vinto facilmente il Gran Premio dell'Arabia Saudita questo sabato, la sua seconda vittoria della stagione. Ollie Bearman ha compiuto perfettamente la sua missione portando la sua Ferrari in zona punti.

pubblicato 09/03/2024 à 19:27

Gonzalo Forbes

1 Visualizza commenti)

Nuova passeggiata per Verstappen e Red Bull in Arabia Saudita, Bearman a punti per la sua prima volta

© Frédéric Le Floc'h / DPPI

  • Lui è stato attento a garantire che il Gran Premio dell'Arabia Saudita offra sempre gare pazzesche, la sua no. Lontano da lì. Una settimana dopo il successo di apertura della stagione in Bahrein, Max Verstappen ha vinto ancora dopo un evento perfettamente controllato.
  • Grazie ad una reazione migliore di Charles Leclerc Quando le luci si sono spente, il tre volte campione del mondo ha potuto sviluppare il proprio piano d'azione senza doversi preoccupare di ciò che stava accadendo alle sue spalle. Inoltre, il pilota Red Bull è stato aiutato dalla buona forma del suo compagno di squadra Sergio Pérez che ha impiegato solo 4 giri per liberarsi del monegasco del squadra. Protetto da questo solido scudo messicano, Max Verstappen ha dovuto arrangiarsi.
  • Lando Norris rimasto in pista quando tutti si fermarono in regime di safety car (a causa dell'incidente di Lance Stroll au 6e turno) ma il figlio di Jos non ha avuto problemi a liberarsene prima che Sergio Pérez lo imitasse. Con le due RB20 ai comandi è stata detta la messa e l'olandese e il messicano sono entrati in modalità gestionale. Non c'è stato dominio come in Bahrain lo scorso fine settimana dove ha vinto con più di 20 secondi ma Max Verstappen ha firmato un'altra vittoria autoritaria, la 56e della sua carriera, per continuare la sua prestazione impeccabile di inizio anno. Charles Leclerc ha completato il podio seguito da Oscar Piastri et Fernando Alonso.

Ottimo primo di Bearman, Gasly neanche un giro

  • Vera star questo fine settimana da quando ha sostituito Carlos Sainz Con breve preavviso, Ollie Bearman ha fatto il suo grande debutto in F1. Alle porte della Q3 nelle qualifiche di venerdì, l’inglese è riuscito a risalire fino al 7° postoe posto questo sabato. Per il pilota più giovane della storia della Ferrari (18 anni, 10 mesi e 1 giorno), il primo a disputare il suo primo Gran Premio direttamente con le Rosse dai tempi di Arturo Merzario al Gran Premio di Gran Bretagna del 1972, tutto è andato molto bene, applicando il principio istruzioni della sua scuderia alla lettera. Questo gli è valso il titolo di "Driver del giorno" da parte dei fan.
  • Nella storia, Ollie Bearman è il terzo pilota più giovane della storia dietro Lance Stroll e i suoi 18 anni, 4 mesi e 26 giorni nel 2017 e Max Verstappen, detentore del record con i suoi 17 anni, 5 mesi e 15 giorni.

  • Per Alpine C'è stato un miglioramento ma solo su un lato del garage. Risparmiato da problemi tecnici, Esteban Ocon ha visto il suo A524 mostrare un livello migliore rispetto alle qualifiche ed è stato quindi in grado di tenere testa ad alcuni dei suoi rivali. Non c'è stato nemmeno un miracolo, ma senza dubbio il Normanno si è divertito un po' di più con il 13e posto sotto la scacchiera.
  • Pierre Gasly non è andato oltre il primo round. Dopo aver segnalato un problema al cambio durante il giro di formazione, gli Hab sono stati richiamati ai box dopo lo spegnimento delle luci per ritirarsi lì.

Ci vediamo tra 15 giorni per il terzo round della stagione 2024 con il Gran Premio d'Australia (22-24 marzo).

LEGGI ANCHE > Bearman, nella Top 3 per precocità e primo in Ferrari dopo oltre 50 anni

Gonzalo Forbes

Responsabile delle formule promozionali (F2, F3, FRECA, F4...). Portato dalla grazia di Franco Colapinto.

1 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

1 Commenti)

Yves-Henri RANDIER

10/03/2024 alle 01:05

Un'altra gara senza molto interesse... ma fortunatamente il debuttante Bearman ha brillato in breve tempo. Gara impeccabile ancora più impressionante del debutto di Lawson a Zandvoort l'anno scorso... paragonabile a quella dell'unico CDI in campo che commise un errore di guida mandandolo ai box!

Scrivi una recensione