Magnussen giura di "stare attento" mentre rischia la sospensione

Sul punto di raggiungere i 12 punti sulla patente e quindi una gara sospesa, Kevin Magnussen cambierà approccio per le prossime gare.

pubblicato 16/05/2024 à 17:47

Gonzalo Forbes

1 Visualizza commenti)

Magnussen giura di "stare attento" mentre rischia la sospensione

©Eric Alonso/DPPI

È in pericolo e lo sa. Probabilmente il pilota con maggiori probabilità di subire una sospensione dal Gran Premio per aver raggiunto i 12 punti di penalità sulla sua patente. Devo dirlo Kevin Magnussen lo cerca dall'inizio della stagione, come tutto il suo weekend a Miami due settimane fa.

In effetti, il fine settimana della Florida è stato segnato da alcuni colpi (sporchi), come la sua dura difesa Lewis Hamilton durante lo Sprint che gli è costato 3 punti sulla patente. Come se non bastasse, il suo eccesso di ottimismo lo ha messo in contatto con Logan Sergeant la domenica. Una nuova manovra incontrollata che gli è costata un ritiro aggiuntivo di 2 unità.

Valutazione? Dopo soli 6 Gran Premi, Kevin Magnussen ha già perso 10 dei 12 punti (3 in Arabia Saudita e 2 in Cina oltre a quelli di Miami) sulla sua licenza. Una situazione molto imbarazzante visto che non potrà recuperare nulla prima del 9 marzo 2025... Quindi, il pilota Haas dovrà giocare il resto della stagione sotto minaccia di squalifica.

Kevin Magnussen si difende

A Imola questo fine settimana per il Gran Premio dell'Emilia-Romagna, K-Mag sarà quindi attentamente osservato, in particolare dalla sua migliore amica nel 2024, la direzione gara. Un’ultima che non ha esitato a sottolineare.

« Le situazioni in cui ho dovuto fare da scudo al mio compagno di squadra hanno dato i loro frutti, il che ci è stato molto utile, avanza con calma prima di attaccare il sistema attuale. Non mi piace il modo in cui vengono applicate le regole, il fatto che sia possibile [da sospendere], Vorrei che non fosse affatto possibile. Ma visto che le regole sono quelle che sono, e non le ho stabilite io... Ci sono delle cose su cui riflettere. Per quanto mi riguarda ho 10 punti e devo quindi stare attento a non essere sospeso da una gara. "

Tra i punti criticati, Kevin Magnussen deplora la mancanza di rigore da parte della direzione gara. Mentre ha deciso di smettere di detrarre punti dai conducenti per infrazioni relative ai limiti della pista, quest’ultima ha utilizzato il termine “circostanza eccezionale” per inchiodare il nordico. Una regola con la quale l'interessato ha ovviamente molte difficoltà.

« Il fatto di rischiare la sospensione per aver guidato fuori da poche linee bianche sull'asfalto, non so se mi sembra giusto, dice. Questo è il modo in cui vengono stabilite le regole, quindi lo accetto, ma penso che ci sia spazio per migliorarlo. Non solo in termini di punti, ma ci sono più gare adesso rispetto a quando sono state introdotte e sento che puoi finire con una sospensione per una cosa molto piccola. »Che gli piaccia o no, le sanzioni sono già state imposte e non può fare altro che trattenersi per i prossimi mesi perché visto il suo comportamento sull'ultima pista, potrebbe arrivare rapidamente una sospensione... Se così fosse Se ciò avverrà entro la fine dell’anno, diventerebbe il primo pilota sospeso da quando è stata introdotta la patente a punti nel 2014.

LEGGI ANCHE > Magnussen, Pérez, Verstappen… Dove sono i piloti in termini di punti Super Licenza?

Gonzalo Forbes

Responsabile delle formule promozionali (F2, F3, FRECA, F4...). Portato dalla grazia di Franco Colapinto.

1 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

1 Commenti)

Yves-Henri RANDIER

17/05/2024 alle 12:23

Una designazione di “circostanza eccezionale” per individuare il danese che ha buone spalle... la sanificazione della F1 da parte dei commissari e delle regole dettate da FOM e FIA ​​è iniziata bene!

Scrivi una recensione