“Io credo in te”, si mobilita Ocon Alpine nel mezzo di una tempesta

Deluso da questo primo risultato stagionale in qualifica, Esteban Ocon non vuole arrendersi e incoraggia le squadreAlpine per il seguito.

pubblicato 02/03/2024 à 10:31

Gonzalo Forbes

3 Visualizza commenti)

“Io credo in te”, si mobilita Ocon Alpine nel mezzo di una tempesta

© Antonin Vincent / DPPI

A Alpine, ci aspettavamo di soffrire ma il risultato finale delle qualificazioni fa ancora più male, soprattutto da allora Haas, che dovrebbe essere allo stesso livello o addirittura inferiore, per posizionare una vettura nella Top 10 e l'altra nella Q2. Per i Blues il conto è stato salatissimo questo venerdì sera con l'ultima strofa sulla griglia di partenza, Esteban Ocon 19e et Pierre Gasly 20e.

Il passaggio alla Q2 è stato sicuramente deciso per circa un decimo ma il risultato finale rispecchia l'attuale situazione del team francese, già vista durante i test invernali una settimana prima. “ Ci manca velocità, questo è certo, ha sottolineato Esteban Ocon al microfono di Canale+. Questo è più o meno quello che abbiamo visto durante i test invernali. Domani (SABATO), c'è una gara da fare e penso che saremo ancora più vicini in termini di velocità nella gara sulla staffetta lunga. Avremo gomme nuove e chi ci precederà ne avrà meno (perché sono utilizzati in Q2 e Q3. Nota dell'editore). Fondamentalmente non siamo dove vorremmo essere. Dobbiamo progredire. Tutta la squadra è motivata, ho fiducia nelle loro capacità e spero che quest’anno riusciremo a cambiare rapidamente le cose. È importante restare uniti e motivati ​​a Viry e Enstone per trovare soluzioni. "

Un discorso in linea con quello trasmesso dalla radio normanna pochi istanti dopo la sua prematura eliminazione. “ È solo il primo round, è solo il primo, ha? insistette vicino al muro, cercando di rassicurare le truppe francesi. Continuiamo ad andare avanti, a spingere… C’è ancora una corsa (fare). Credo in voi ragazzi, credo in voi! » Senza dubbio il modo migliore per restare uniti mentre il cielo nero si fa minaccioso sopra Viry-Châtillon ed Enstone.

Nel duro, Alpine si attende ora i primi sviluppi, auspicati al più presto per il Gran Premio del Giappone (5-7 aprile), se non per quello in Cina due settimane dopo secondo le ultime indiscrezioni. Una seconda salva dovrebbe poi avvenire a Miami (3-5 maggio). Affrettarsi.

LEGGI ANCHE > La delusione di Gasly dopo l'uscita prematura nel Q1: “Lo vedevamo arrivare”

Gonzalo Forbes

Responsabile delle formule promozionali (F2, F3, FRECA, F4...). Portato dalla grazia di Franco Colapinto.

3 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

3 Commenti)

Yves-Henri RANDIER

02/03/2024 alle 01:19

Ocon ha tutto l'interesse a mobilitare la squadra perché Suzuka e Shanghai sono ancora lontane. Il 2024 sembrerà lunghissimo, o addirittura il 2025 che sarà solo un'evoluzione del 2025!

Yves-Henri RANDIER

02/03/2024 alle 01:20

un'evoluzione del 2024!

M

MATHIEU LEMONNIER

02/03/2024 alle 11:11

Considera l'idea di rileggerti. Nel tuo testo si nascondono errori di coniugazione degni di uno studente delle elementari: “luogo”, “situazione già vista”. Questo non sembra grave per un media professionista. Esistono correttori molto efficaci come Cordial o Anditode.

Scrivi una recensione