Battuto da Sainz a Melbourne, Leclerc non si allarma

Anche se non veniva battuto regolarmente da Carlos Sainz da Singapore 2023, Charles Leclerc ha visto il suo compagno di squadra ottenere la seconda vittoria dell'era Fred Vasseur alla Ferrari. Fastidioso... ma non allarmante.

pubblicato 04/04/2024 à 11:20

Jeremy Satis

1 Visualizza commenti)

Battuto da Sainz a Melbourne, Leclerc non si allarma

Charles Leclerc ha ripensato al fine settimana da Melbourne a Suzuka. © Frédéric Le Floc'h / DPPI

I risultati degli ultimi confronti tra Carlos Sainz et Charles Leclerc è abbastanza strano, per non dire frustrante per il monegasco. Dopo aver visto lo spagnolo vincere a Singapore l'anno scorso – che tra l'altro fu l'unico non-Red Bull del 2023 – il piccolo principe del rock ha dovuto inchinarsi nuovamente al suo vicino di garage a Melbourne. Una situazione necessariamente frustrante per quello che è considerato il leader della squadra, soprattutto perché non aveva più perso nella regolare (senza contare il Bahrein dove ha avuto problemi ai freni) né in qualifica né in gara contro il Madrid da… Singapore 2023.

Leclerc, che non saliva sul gradino più alto del podio da Austria 2022 dove si classificò vicecampione del mondo, ha rifiutato però di flagellarsi troppo dopo questa piccola delusione. “In qualifica era abbastanza chiaro che il problema proveniva da me, ha ammesso questo giovedì nel paddock di Suzuka. Prima avevo ottenuto una serie di sette prime linee di fila, il che è ovviamente molto positivo. La realtà è che sabato a Melbourne non ho fatto un lavoro abbastanza buono." ha ammesso, mentre sembrava essere un decimo indietro rispetto al compagno di squadra dopo l'operazione di appendicite.

Una domenica compromessa dal sabato per Leclerc

Secondo lui, il risultato della gara è stato solo la conseguenza delle qualifiche, soprattutto dopo che il suo 5° posto in Q3 si è trasformato in 4° posizione in griglia dopo l'applicazione della penalità di Sergio Pérez. “Poi domenica la cosa non mi preoccupa davvero”, ha spiegato Charles. Il secondo stint è stato compromesso dalla nostra situazione di gara. Siamo dovuti rientrare ai box abbastanza presto per coprire Lando e Oscar all'inizio della gara e il secondo stint è stato piuttosto lungo, quindi le gomme erano più difficili da gestire.

“Tutto deriva più da quello che ho fatto di sbagliato sabato. Quindi non c'è molto da dire se non che cerco sempre di massimizzare la prestazione in ogni qualifica. Ho provato qualcosa in Q3 che non ha funzionato. E' così, ne usciremo. » Dopo Singapore, Leclerc si è ripreso perfettamente l'anno scorso grazie ad un ottimo finale di stagione che gli ha permesso di risalire davanti a Carlos Sainz in campionato, senza mai essere battuto nuovamente dal madrileno. Ripetuto in Giappone in questa stagione?

LEGGI ANCHE > Domenicali sull'arrivo di Hamilton alla Ferrari: "Leclerc non accetterà mai di fare il tirapiedi"

Jeremy Satis

Grande reporter di F1 e appassionato di formule promozionali

1 Visualizza commenti)

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

1 Commenti)

Yves-Henri RANDIER

04/04/2024 alle 01:12

Qualificarsi bene sabato aiuta in vista della gara di domenica, una verità di Jacques II de Chabannes…signore di La Palice!

Scrivi una recensione