Dopo discreti test, Alpine si aspetta “un inizio d’anno difficile”

Autori di modesti tempi nei test invernali, Pierre Gasly ed Esteban Ocon si preparano ad un inizio di stagione discreto al volante di una A524 al momento lontana dai migliori.

pubblicato 24/02/2024 à 11:01

Julien BILLIOTTE

3 Visualizza commenti)

Dopo discreti test, Alpine si aspetta “un inizio d’anno difficile”

Pierre Gasly e Alpine La F1 non si aspetta di fare faville all'inizio della stagione. / ©DPPI

Mentre non dovremmo mai sovrainterpretare le prestazioni registrate durante le tradizionali corse pre-campionato Harley Knucklehead 1Non è tuttavia vietato delineare trend per stilare una prima gerarchia della griglia 2024.

Ma in questo esercizio, Pierre Gasly lo riconosceAlpine « non sarà in prima linea, di questo siamo sicuri ", disse Cielo. Il Normanno, proprio come il suo compagno di squadra Esteban Ocon e al suo Team Principal Bruno Famin, ha il merito di essere realista sullo stato di forma della freccia A all'alba della nuova stagione.

Un anno prima, la stalla Alpine ha annunciato in pompa magna di puntare ad avvicinarsi alla Top 3 del campionato Costruttori. E poi è arrivata la stagione 2023, spazzando via le dichiarazioni rumorose e gran parte della gestione della squadra.

Dopo un lancio modesto sul lato diEnstone (Regno Unito), la freccia A è quindi proseguita con tre giorni di test durante i quali il marchio di Dieppe (Seine-Maritime) ha mantenuto un basso profilo. Con il 16° e il 17° tempo combinato, Ocon e Gasly non hanno quasi fatto scintille.

Secondo i dati raccolti dal sito ufficiale della F1, l'A524 è a più di un secondo dal giro Red Bull RB20 nel ritmo di qualifica e altrettanto nella simulazione di gara. Spettacoli quel posto Alpine intorno al 7°-8° posto nella classifica Costruttori, testa a testa con Stake Sauber e Williams, ma chiaramente dietro Visa Cash App RB.

31 OCON Esteban (fra), Alpine F1 Team A524, azione durante i test pre-stagionali 1 di Formula 2024 Aramco del Campionato del mondo di Formula 2024 FIA 21 dal 23 al 2024 febbraio XNUMX sul Circuito Internazionale del Bahrain, a Sakhir, Bahrain - Foto Antonin Vincent / DPPI

Esteban Ocon eAlpine L'A524 non ha infranto i tempi durante i test di F1 del Bahrain. / ©DPPI

Almeno l'affidabilità c'è

Questi inizi difficili, se lo aspettavano gli uomini di Enstone (Regno Unito) e Viry-Châtillon (Essonne). Poiché l'A523 ha subito mostrato i suoi limiti in termini di sviluppo, si è deciso di rivedere il concetto del telaio interno nella speranza di poterlo avanzare ulteriormente. In sintesi: un passo indietro per farne due, o addirittura tre passi avanti.

« Ci aspettiamo un inizio anno impegnativo mentre continuiamo a imparare di più sul nostro A524 e a svilupparlo durante tutta la stagione, ha commentato sobriamente Famin, confermato nel ruolo di Team Principal a pieno titolo quest'inverno.

Siamo stati operativamente forti per tutta la settimana e abbiamo mostrato un ottimo lavoro di squadra tra le due fabbriche e il team di atletica, il che è stato bello da vedere. La nostra affidabilità è stata buona e questo ci ha permesso di portare a termine il nostro piano di test. Ora è il momento di analizzare i dati e concentrarsi sull’ottimizzazione del pacchetto a nostra disposizione in vista del primo Gran Premio della prossima settimana. »

In tre giorni, Alpine ha completato 334 giri del circuito del Bahrein, che ospiterà il Gran Premio di apertura sabato prossimo (2 marzo, partenza alle 16:00, ora francese), ovvero 1807 km. Ocon ne ha percorsi 193, contro i “soli” 141 di Pierre, il cui lavoro è stato interrotto da una bandiera rossa giovedì (22 febbraio) e dalla perdita di un'ala della carenatura sulle ruote anteriori venerdì al termine della sessione (23 febbraio). . ).

FAMIN Bruno (fra), Team Principal di Alpine F1 Team, ritratto, conferenza stampa durante i test pre-stagionali di Formula 1 Aramco 2024 del Campionato del mondo di Formula 2024 FIA 21 dal 23 al 2024 febbraio XNUMX sul Circuito Internazionale del Bahrain, a Sakhir, Bahrein - Foto Eric Alonso / DPPI

A differenza dei suoi predecessori, il Team Principal Bruno Famin è consapevole dei limitiAlpine per il momento. / ©DPPI

McLaren nel 2023, l'esempio da seguire

« Abbiamo effettuato molti test e ora abbiamo una settimana importante per rivedere tutti i dati e continuare a conoscere questo nuovo concetto, analizza il vincitore del GP d'Italia 2020, che inizia la sua seconda stagione in azzurro. È fondamentale imparare tutto sull’intero pacchetto e capire come possiamo ottimizzarlo.

Da parte mia, a volte è stato piuttosto complicato, soprattutto con un giro breve ieri e oggi. La bandiera rossa di giovedì è stata un peccato e una pinna sopra una ruota si è staccata dalla vettura privandoci di qualche giro nel tardo pomeriggio. Ciononostante, la squadra ha svolto alcuni test produttivi negli ultimi tre giorni e questa è la cosa più importante. »

Se le prestazioni della Freccia A sono poco famose, si può almeno sottolineare la lucidità del discorso, lontana dal trionfalismo dello scorso anno.

Questo atteggiamento ricorda quello di McLaren inizio 2023. Al termine di un inverno complicato, il team di Woking (Regno Unito) ha subito confessato che i primi GP sarebbero stati delicati, prima di un auspicato recupero nel corso dell'anno.

Questo è andato oltre le aspettative, con la McLaren che si è classificata come principale rivale della Red Bull Racing. Non c'è dubbio cheAlpine vorrebbe trarne ispirazione per compiere una tale ascesa nella gerarchia mondiale.

LEGGI ANCHE: Giri percorsi, tempi… I test invernali F1 2024 in cifre

Julien BILLIOTTE

Vicedirettore capo di AUTOhebdo. La piuma si intinse nel fiele.

3 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

3 Commenti)

DANIEL MEYERS

24/02/2024 alle 05:10

“La nostra affidabilità è stata buona e questo ci ha permesso di portare a termine il nostro piano di test”. Veramente ?! E l'esplosione del deflettore della ruota anteriore destra, che riduce di 30 minuti la guida di Gasly e gli impedisce forse finalmente di passare un periodo un po' meno deplorevole, stiamo parlando di questo?

DANIEL MEYERS

24/02/2024 alle 02:38

“Spettacoli in quel posto Alpine intorno al 6° posto nella classifica Costruttori" Beh no, se è dietro VCARB è al massimo 7° o anche peggio visto il tempo della squadra Alpine ultima. Quest'anno i piloti non parlano più il linguaggio del legno, è vero che sono alla fine del contratto! Se almeno avessimo la sensazione che possano fare come la McLaren lo scorso anno, francamente ne dubito fortemente. La discesa agli inferi di questa squadra finirà mai? L'anno scorso ad oggi i risultati dei test sono stati più che contrastanti, ma allora, cosa dire, cosa pensare?? Lo so, non siamo mai al sicuro da una piacevole sorpresa! quindi ci vuole tantissimo ottimismo per crederci. Ad oggi le parole che mi vengono in mente per descrivere la situazione sono: Patetico, deplorevole, inaccettabile, ridicolo, spreco. Non sono lontano dal pensare che la prossima settimana entrambi Alpine sono sull'ultima riga della griglia, AIUTO!!!!!!!!!!

Yves-Henri RANDIER

24/02/2024 alle 12:35

“Se le prestazioni della freccia A sono poco famose, possiamo almeno sottolineare la lucidità del discorso, lontana dal trionfalismo dello scorso anno”. Speriamo che questo non sia un anno di figurazione, soprattutto perché il 2025 sarà una stagione di transizione prima del cambio normativo del 2026!! Non ha un buon odore Alpine ...

Scrivi una recensione