Prima Hyperpole e prima fila per Shwartzman a Imola: “Ero un po' perso! »

Per la sua prima partecipazione a una sessione di qualifiche Hypercar, Robert Shwartzman (AF Corse) ha preso la prima fila davanti ai tifosi estasiati a Imola. Il debuttante ha alle spalle una sessione “disordinata” ma con un lieto fine.

pubblicato 20/04/2024 à 17:23

Dorian Grangier

0 Visualizza commenti)

Prima Hyperpole e prima fila per Shwartzman a Imola: “Ero un po' perso! »

© Frédéric Le Floc'h / DPPI

Rosso, giallo, poi rosso: Ferrari ha segnato una tripletta questo sabato, durante le qualifiche della 6 Ore di Imola. Sul suo circuito il Cavallino Rampante ha vinto tutto piazzando i suoi tre cavalli nei primi tre posti della griglia di partenza della domenica. I due 499P ufficiali in rosso sono separati dal 499P privato di AF Corse, in livrea gialla e pilotato da Robert Shwartzman.

Il russo-israeliano, che stava vivendo la sua prima sessione di qualifiche WEC (Yifei Ye aveva guidato la Ferrari durante le qualifiche per i 1812 km del Qatar), è riuscito ad assicurarsi una posizione in prima fila proprio dietro al poleman, Antonio Fuoco, nonostante una sessione instabile. Se il debuttante crede che ad Imola la pole position fosse raggiungibile, resta soddisfatto della sua prestazione e si concentra già sulla gara di domani.

Robert Shwartzman (AF Corse n°83), 2° nelle qualifiche di Imola : “È una buona cosa essere in prima fila per le mie prime qualifiche nel WEC e nella Hypercar. La sessione è stata un po’ confusa con la bandiera rossa e poi con la bandiera gialla, quindi è stato un po’ difficile allineare i giri, ma l’ultimo giro è andato bene. Ovviamente abbiamo ancora delle cose su cui lavorare. Domani c'è la gara, la cosa più importante, quindi ora dobbiamo preparare bene la strategia e cosa faremo in gara. Ma nel complesso sono felice di essere in prima linea. »

“[Pole position] è sempre a portata di mano. Penso che se ci fosse stata un’altra sessione sarebbe stata un po’ più pulita, penso che avrei potuto lottare per la pole position. Ma poiché era un po' disordinato, non ho potuto fare il tour necessario per comprendere appieno come funziona l'auto. Gli altri conducenti hanno esperienza. È la prima volta che provo queste sensazioni [di qualifica] con questa macchina, quindi ero un po' perso. Quindi mi ci è voluto più tempo per ottenere qualcosa di più decente. »

“Non so [se ci saranno istruzioni alla Ferrari per la partenza]. Non ne abbiamo discusso, ma normalmente dovremmo essere "liberi". Quindi dovrebbe essere tutto aperto. Penso che la Ferrari sia molto buona e la nostra macchina è una delle più veloci. »

Commenti raccolti da Dorian Grangier

LEGGI ANCHE > Fuoco conquista la pole alla 6 Ore di Imola, tripletta Ferrari in casa

Dorian Grangier

Un giovane giornalista nostalgico degli sport motoristici di una volta. Cresciuto grazie alle gesta di Sébastien Loeb e Fernando Alonso.

0 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione