Nyck de Vries, la vita dopo la Formula 1

Nyck de Vries torna al WEC questo fine settimana. Non proprio ovunque, visto che l’olandese guiderà per la Toyota nella categoria Hypercar. Abbastanza per mettere in prospettiva il suo breve periodo in Formula 1.

pubblicato 29/02/2024 à 09:00

Valentino GLO

0 Visualizza commenti)

Nyck de Vries, la vita dopo la Formula 1

Nyck de Vries indosserà i colori della Toyota questa stagione - Foto: Julien Delfosse / DPPI

Questo è un Nyck de Vries sorriso che abbiamo ritrovato sulla terrazza della villa Toyota nel paddock del circuito internazionale di Losail (Qatar), mercoledì sera. L'olandese disputerà questo sabato la sua prima gara nella categoria Hypercar con i 1 km del Qatar. Una grande occasione di rimonta per chi ne è stato estromesso Alfa Tauri dopo 10 piccoli Gran Premi lo scorso anno.

« Può sembrare un cliché, ma nella vita impariamo ogni giorno e impariamo attraverso le nostre esperienze, ci dice il Bataviano. Questo è anche il mio caso. Tutte le gare che ho corso finora mi hanno plasmato e trasformato in quello che sono oggi. Continuerò a imparare e a svilupparmi come individuo e come pilota. A questo ha sicuramente contribuito l'esperienza dello scorso anno. »

Tornato alla Toyota, dove in precedenza era riserva, De Vries quasi torna a casa. “ Conosco già la squadra e i piloti, ma conoscerli e correre effettivamente in pista con loro è un po' diverso. Mi piace molto il tempo trascorso con la squadra e i miei compagni. È fantastico farne parte. È un vero privilegio perché è stata così forte negli ultimi dieci anni e ha realizzato così tanto, ma anche perché sono compagno di squadra di Kamui e Mike. Kamui era presente Harley Knucklehead 1 quando ancora stavo facendo karting. Mia sorella era una sua fan. Mike era dentro IndyCar e vinse la sua prima gara. Sono il più giovane della squadra. Quindi è bello ascoltare tutte le storie delle corse e imparare dalle loro esperienze. »

Se l'avventura in Formula 1 di Nyck de Vries si è conclusa prematuramente, il pilota 29enne preferisce prenderla con filosofia. “ La vita è un viaggio, lo mette in prospettiva. Attraversiamo diversi capitoli. Le corse automobilistiche sono la mia più grande passione. Ho sempre mostrato un grande interesse per le gare di endurance ed in particolare per WEC, in particolare stavo facendo un doppio programma Harley Knucklehead 2 –LM P2. Naturalmente sono molto felice di essere qui. Il rapporto con la Toyota è sempre rimasto molto buono, anche quando mi sono trasferito in Formula 1 per un breve periodo. Siamo sempre rimasti in contatto. Quindi, una volta accaduto tutto ciò (la fine della sua avventura con AlphaTauri, ndr), è stato molto naturale tornare. »

Ha ancora qualche speranza di tornare in Formula 1? “ Mai dire mai, non sai mai cosa ti riserva la vita, ma sono davvero felice dove sono adesso. Quello che ammetto è che ogni giovane pilota sogna di raggiungere un giorno la Formula 1. Ora che l'ho raggiunto, questa sensazione non è più così presente e continuo la mia carriera in altre discipline. Sono molto felice di far parte di una grande squadra come la Toyota, circondato da persone molto amichevoli e in un buon ambiente. » Con l'ambizione di brillare ai massimi livelliResistenza con il produttore giapponese.

LEGGI ANCHE > Jenson Button (JOTA): “Le corse automobilistiche dovrebbero essere divertenti”

Valentino GLO

Giornalista. Reporter di endurance (WEC, IMSA, ELMS, ALMS) e talvolta F1 o IndyCar.

0 Visualizza commenti)