Kévin Estre (Porsche), vincitore in Qatar: “Un sapore speciale”

Autore del suo primo prototipo di successo, il lionese oscillava tra sollievo, gioia e orgoglio la sera della gara.

pubblicato 04/03/2024 à 15:07

Julien BILLIOTTE

0 Visualizza commenti)

Kévin Estre (Porsche), vincitore in Qatar: “Un sapore speciale”

© Julien Delfosse/DPPI

Congratulazioni Kevin, ci è voluto un po' per arrivare a questo!

Sì, è molta gioia e duro lavoro da parte di tutta la squadra. Abbiamo iniziato quasi tre anni fa. Gli inizi si rivelarono complicati. Abbiamo davvero faticato la scorsa stagione. Siamo riusciti a conquistare due podi, ma con difficoltà (3e a Portimao e Fuji. Nota dell'editore). Lì, quando la macchina è stata smontata, non è stato fantastico all'inizio del Prologo, ma siamo riusciti a progredire durante i run fino ad ottenere una grande macchina da corsa.

Una piattaforma davvero coerente, abbastanza facile da pilotare e veloce. È davvero bello essere arrivato fin qui ed essere arrivato qui con Porsche e Penske, due grandi nomi del motorsport. Abbiamo avuto difficoltà a continuare a fare la storia prima di quest’anno. Siamo felici di farlo ora.

Prima dei 1812 km del Qatar c'era la 24 Ore di Daytona. La Porsche ha avuto un ottimo inizio di stagione. Promettente per Le Mans ?

Sì, questo fa ben sperare. Le Mans era già l'obiettivo lo scorso anno, anche se sapevamo che sarebbe stata difficile il primo anno. Ora siamo molto più pronti. Successivamente abbiamo visto che molte vetture possono andare veloci e non pochi concorrenti erano alla loro prima uscita. Anche il circuito era davvero speciale con una pista senza dislivelli, senza dossi e cordoli piatti. Vedremo cosa succederà sui circuiti europei un po' vecchio stile.

Da un punto di vista più personale, questa è la tua prima vittoria su prototipo. Come ci si sente a dominare la classifica generale?

Sicuramente ha un sapore speciale. La GT è stata un po’ naturale per me. Ho trascorso molto tempo con grandi compagni di squadra in grandi squadre. Siamo riusciti a vincere molte gare e mi sono sentito a mio agio. Sono salito in macchina e non mi sono fatto nessuna domanda. Ero sempre veloce. Il prototipo si è rivelato un po’ più complicato. Abbiamo faticato un po’ all’inizio anche se mi sentivo bene al volante.

Ovviamente come pilota hai dei dubbi, ma abbiamo continuato a lavorare molto duramente. E la squadra ha fatto davvero un ottimo lavoro per tutto l'inverno. A livello personale, è davvero bello dimostrare a te stesso che puoi vincere in qualcosa di diverso dal GT. Il mio sogno da quando ho iniziatoResistenza, è vincere Le Mans nella classifica generale. Adesso sono nella categoria che può farcela, con una squadra molto solida alle spalle. Ci vorrà molto lavoro, ma abbiamo il potenziale per realizzarlo.

Commenti raccolti da Julien Billiotte

LEGGI ANCHE > Un “inizio di stagione perfetto su entrambe le sponde dell’Atlantico” per Porsche

Julien BILLIOTTE

Vicedirettore capo di AUTOhebdo. La piuma si intinse nel fiele.

0 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione
Barcellona – Gara 1 Porsche Carrera Cup Francia 2024