Jolly, gomme, spoiler... Peugeot fa il punto sulla sua nuova 9X8 prima di Imola

La versione 9X8 2024 debutterà questo fine settimana in Italia. Olivier Jansonnie, direttore tecnico di Peugeot Sport, parla degli ultimi punti caldi prima della 6H di Imola.

pubblicato 19/04/2024 à 09:30

Dorian Grangier

0 Visualizza commenti)

Jolly, gomme, spoiler... Peugeot fa il punto sulla sua nuova 9X8 prima di Imola

© Julien Delfosse/DPPI

I grandi inizi del Peugeot 9X8 2024 – o la versione “2.0”, come volete chiamarla – sta arrivando! La nuova arma del marchio del Leone ha preso il volo questo giovedì, nel paddock di Imola, per le verifiche tecniche e per la sua prima presentazione pubblica davanti ad un pubblico di giornalisti curiosi. La nuova ala posteriore, ovviamente, è stata al centro delle discussioni, ma non solo…

Alla vigilia delle prime Prove Libere in Emilia-Romagna, il clan francese ha risposto alle domande pre-gara, in particolare per chiarire alcuni punti riguardanti la nuova Hypercar francese. Olivier Jansonnie, direttore tecnico di Peugeot Sport, è tornato in particolare sulle scelte che hanno spinto la casa di Sochaux ad apportare queste modifiche e sui progressi compiuti da allora con la versione 9X8 2024.

“Sulla versione precedente [della 9X8], la limitazione delle prestazioni era dovuta al fatto che eravamo bloccati in una sorta di 'impasse di ottimizzazione' legata ai nostri pneumatici, vale a dire che se scegliamo una direzione da prendere , ci sono stati guadagni ma inevitabilmente anche perdite... Tutti questi compromessi, tutti questi equilibri, li conoscevamo a memoria, per forza, sottolinea l'ingegnere francese. Quindi sapevamo che avremmo potuto trovare un equilibrio tra più comfort delle sospensioni ma meno aerodinamica. L'idea, quando si rifa una macchina del genere, è quella di riuscire a non rimanere più chiusi nei suoi 'vicoli ciechi' delle zone di regolazione per poter estendere questa zona e riuscire a recuperare grip aerodinamico e meccanico allo stesso tempo . »

Peugeot non ha “non c’è dubbio che il nuovo 9X8 vada più veloce del vecchio”

Al di là dell'alettone posteriore, l'aggiunta più visibile di questo nuovo 9X8 sono gli pneumatici asimmetrici in larghezza (29” all'anteriore, 34” al posteriore) che sono al centro di questo nuovo concetto e che hanno dettato il resto sviluppo della Hypercar francese. Questo nuovo supporto pneumatico e le conseguenze che ne derivano dovrebbero consentire a Peugeot una maggiore facilità nella regolazione e nell'ottimizzazione del suo supporto, su qualsiasi circuito.

“Abbiamo una finestra più ampia [di aggiustamenti]. Per noi non c’è assolutamente alcun dubbio che la nuova vettura vada più veloce della vecchia, assicura Olivier Jansonnie. L'abbiamo misurato. Il dubbio non c'è. Il dubbio è come si fa rispetto alla concorrenza. Su questo c’è una parte della risposta che è con noi – e che vedremo questo fine settimana – e l’altra parte della risposta che è con l’ACO e la FIA che hanno valutato le vetture. » In altre parole, sulla BdP, ovviamente sfavorevole per Peugeot per la prima esecuzione del suo nuovo 9X8.

A Imola la Peugeot ripartirà (quasi) da zero per quanto riguarda l'utilizzo delle gomme. Su un percorso così impegnativo e atipico sarà difficile trarre conclusioni, soprattutto con il meteo minaccioso di questo fine settimana... ma il Leone intende sfruttare ogni secondo di guida per imparare.

“Eravamo quasi giunti alla fine della fase di apprendimento per i pneumatici “quadrati” (31” di larghezza anteriore e posteriore, ndr). Infatti è probabile che con il 29″/34″ le finestre di utilizzo si spostino leggermente, sottolinea il direttore tecnico di Peugeot Sport. E non parliamo ancora nemmeno delle gomme da pioggia, con le quali abbiamo guidato pochissimo. Vedremo questo fine settimana cosa succede con le gomme da bagnato da 29″/34″. Abbiamo visto in precedenza che avevamo capito abbastanza bene il passaggio dalle gomme da pioggia alle gomme slick su gomme quadrate... ma ora dobbiamo imparare di nuovo tutto questo. »

Jolly o approvazione? La vaghezza persiste...

Tuttavia, solo una domanda è rimasta senza risposta questo giovedì: la Peugeot 9X8 versione 2024 è un'auto nuova o è semplicemente un'evoluzione della versione precedente? Resta l'indeterminatezza: Olivier Jansonnie evoca a “evoluzione del modulo di omologazione dell’auto”, senza però specificare se si tratti dell'omologazione di una nuova vettura (due omologazioni sono autorizzate nel periodo 2021-2027 in Hypercar, ndr) o dell'utilizzo di jolly tra le cinque concesse per sviluppare la vettura in termini di prestazioni.

L'ingegnere francese deplorò in particolare a “un regolamento [che] non è stato concepito in modo tale da garantire la trasparenza” su questo argomento, nonostante il desiderio di Peugeot di avere una comunicazione chiara attorno al nuovo 9X8. Tuttavia, la mancanza di risposta da parte dell’ACO e della FIA ha spinto la squadra francese a mantenere segreta questa informazione.

LEGGI ANCHE > Peugeot calma prima del debutto della nuova 9X8

Dorian Grangier

Un giovane giornalista nostalgico degli sport motoristici di una volta. Cresciuto grazie alle gesta di Sébastien Loeb e Fernando Alonso.

0 Visualizza commenti)

Continua a leggere su questi argomenti:

Leggere anche

commenti

*Lo spazio riservato agli utenti registrati. Per favore connettere per poter rispondere o pubblicare un commento!

0 Commenti)

Scrivi una recensione